L’Eurogruppo si riunisce sabato, quattro giorni per salvare Atene

I margini di tempo per salvare la Grecia dalla bancarotta si accorciano ogni ora di più. L’Eurogruppo dovrà cercare di firmare un accordo sabato, domenica le riforme concordate dovranno essere approvate dal parlamento di Atene e lunedì dovrà votarle i parlamento tedesco. Martedì, 30 giugno, è il giorno della verità: Atene deve pagare quasi 1,6 miliardi al Fondo monetario internazionale e senza il prestito di Bruxelles non può riuscirci

Ancora nessun accordo sulla Grecia, fallito il vertice tra Tsipras e i creditori

25 giugno 2015 12:59

Non c’è ancora nessun accordo tra il governo greco e i rappresentanti dei creditori, nonostante l’ultimatum dato stamattina ad Alexis Tsipras. Lo sostengono diversi giornalisti presenti a Bruxelles. L’ennesimo vertice per risolvere la crisi del debito greco, cominciato alle nove, si è concluso con un nulla di fatto, ma le trattative tra Atene e Fondo monetario internazionale, Banca centrale europea e Commissione europea proseguono.

Secondo le ultime indiscrezioni, diffuse dalla tv greca Skai, all’eurogruppo delle 13 verranno presentate due proposte separate: quella del governo Tsipras e quella dei creditori.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le macerie sotto la crisi
Ida Dominijanni
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.