In Kuwait arresti e misure di sicurezza dopo l’attentato contro la moschea sciita

Il 26 giugno Un’esplosione ha colpito una moschea sciita a Kuwait City, durante la preghiera del venerdì, uccidendo almeno 27 persone e ferendone almeno altre 200. L’attacco è stato rivendicato dai jihadisti del gruppo Stato islamico. Le autorità hanno arrestato circa sessanta persone e hanno rafforzato le misure di sicurezza

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti