Soccorsi 2.900 migranti al largo della Libia

29 giugno 2015 08:12
I migranti soccorsi dalla nave Lé Eithne della marina militare irlandese, al largo delle coste libiche il 28 giugno 2015. (Irish defence forces/Flickr)

Il 28 giugno in 21 operazioni di soccorso la guardia costiera italiana insieme ad altri mezzi della missione Triton ha tratto in salvo 2.900 persone che si trovavano in difficoltà a bordo di imbarcazioni di fortuna al largo della Libia.

Sono intervenute navi della missione Triton tra cui la nave Corsi della guardia costiera, due motovedette della guardia costiera e una nave militare spagnola. Impegnate nei soccorsi anche nave Euro della marina militare, un’unità della guardia di finanza, un’unità militare inglese e una irlandese, e la nave Phoenix del Moas.

La nave irlandese Lé Eithne ha soccorso 593 migranti in sei imbarcazioni a 50 miglia nautiche da Tripoli. Tra le persone soccorse ci sono 496 uomini, 92 donne e 5 bambini. Circa cento migranti sono sbarcati a Lampedusa ieri sera, ma oggi la maggior parte delle persone soccorse arriveranno nei porti di Augusta, Pozzallo e Reggio Calabria.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le donne irachene sfidano il potere 
Zuhair al Jezairy
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.