Yanis Varoufakis accusa i creditori di fare terrorismo contro la Grecia

Domenica 5 luglio si voterà per il referendum sul piano proposto dai creditori ad Atene. I sostenitori del no sono scesi in piazza ad Atene il 3 luglio e ci sono stati attimi di tensione con la polizia

Scontri ad Atene durante la manifestazione sul referendum

03 luglio 2015 18:48

La polizia greca ha lanciato granate assordanti e si è scontrata con i manifestanti scesi in piazza oggi nel centro di Atene per sostenere il voto del no al referendum di domenica sulle proposte dei creditori. Negli scontri è rimasta coinvolta una decina di persone, molte delle quali erano vestite di nero e indossavano dei caschi scuri. La situazione adesso è sotto controllo.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

E alla fine Idomeneo porta a casa la pelle
Daniele Cassandro
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.