28 agosto 2015 20:19

In vista dell’arrivo della tempesta tropicale Erika, attesa sulle coste sudoccidentali degli Stati Uniti tra domenica e lunedì prossimo, il governatore della Florida Rick Scott ha dichiarato lo stato di emergenza. Erika dovrebbe percorrere la penisola della Florida in tutta la sua lunghezza con raffiche di vento fino a un centinaio di chilometri l’ora. Dopo aver lasciato le piccole Antille, dove ha causato almeno dodici morti solo sull’isola di Dominica, la tempesta avanza attraverso i Caraibi.

In giornata ha investito Portorico con piogge torrenziali che hanno provocato estesi blackout e dovrebbe presto raggiungere la Repubblica Dominicana e Haiti, dove si temono precipitazioni anche di 30 centimetri in grado di scatenare a loro volta smottamenti e alluvioni. Erika è la quinta tempesta a formarsi sul Golfo del Messico nel corso di questa stagione, ma non dovrebbe intensificarsi fino a diventare un vero e proprio uragano, Più che la sua potenza, a preoccupare gli esperti è l’imprevedibilità del tragitto.