25 settembre 2015 16:48

Ci vogliono tre episodi di House of cards perché lo spettatore si decida a seguire la scalata di Frank Underwood fino alla Casa Bianca e otto episodi del racconto autobiografico di Ted ai suoi figli per diventare fedelissimi della serie How I met your mother. È quanto emerso da uno studio del sito di streaming a pagamento Netflix, che ha calcolato quante puntate di ogni serie televisiva ci vogliono per agganciare uno spettatore fino alla fine della sua prima stagione. L’obiettivo dell’indagine era individuare l’episodio “gancio” (hook), ossia quello per cui il 70 per cento delle persone che lo guardano arrivano fino all’ultima puntata della stagione.

Per trovarlo, l’azienda ha messo insieme i dati d’ascolto di tutte le serie nei singoli paesi in cui il servizio di streaming è disponibile e ha poi ricavato la media di ogni serie sul totale dei sedici paesi in cui è presente. L’indagine era indipendente dal successo di pubblico delle singole serie. Tra le conclusioni interessanti dello studio è che per nessuna delle 25 serie analizzate l’episodio pilota si è dimostrato quello determinante per il successo della prima stagione. In media gli episodi gancio sono il terzo o il quarto.

I dati sono stati raccolti nei sedici paesi in cui il servizio di Netflix è disponibile (in Italia lo sarà solo da ottobre): Australia, Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Regno Unito, Stati Uniti e Svezia.

Le stime hanno anche rivelato alcuni trend nazionali: gli olandesi si affezionano alle serie tendenzialmente prima rispetto al resto degli altri clienti di Netflix, mentre australiani e neozelandesi sono gli ultimi a lasciarsi conquistare. I francesi sono stati i primi a seguire con interesse la sitcom How I met your mother, i tedeschi la serie Arrow, ispirata al personaggio della DC Comics Freccia Verde.