22 ottobre 2015 14:55

Passata la mezzanotte del 21 ottobre, il sito di Netflix si è attivato in tutta Italia. Da oggi è possibile usufruire del servizio di streaming online statunitense, nato nel 1997 come noleggio di film in dvd e videogiochi. Netflix è disponibile in più di sessanta paesi e questo mese ha superato i 69 milioni di abbonati, di cui 43 milioni negli Stati Uniti. Nel 2011 ha cominciato a commissionare la produzione di contenuti originali, tra cui le serie tv House of cards e Orange is the new black, entrambe alla terza stagione, e il film Beasts of no nation, presentato alla 72ª edizione del festival di Venezia il 3 settembre scorso.

Come funziona
Per usare il servizio è necessario essere connessi a internet e non si possono scaricare contenuti da guardare poi offline. Le sessioni di streaming possono essere avviate da diversi dispositivi: computer, smartphone, tablet, console per videogiochi e smart tv. La particolarità rispetto alla tradizionale distribuzione televisiva, analogica, digitale o satellitare, è che le serie tv commissionate da Netflix vengono rese disponibili agli utenti un’intera stagione alla volta, e non episodio dopo episodio.

Per registrare un account è necessario fornire a Netflix un indirizzo email e i dettagli di una carta di credito, o di un conto PayPal. Ogni profilo utente può essere usato da diverse persone, fino a quattro. Per ogni persona associata all’account, Netflix propone contenuti basandosi su quelli guardati in precedenza. Al momento della registrazione è chiesto di indicare tre titoli che si ritengono interessanti tra quelli del catalogo: i primi consigli di Netflix si basano su queste preferenze iniziali. Per i bambini si può attivare un filtro che limita i contenuti disponibili.

Cosa c’è e cosa manca
Tutti i contenuti presenti su Netflix possono essere guardati doppiati o in lingua originale, eventualmente sottotitolati in diverse lingue. House of cards non rientra nel catalogo italiano perché i diritti per la trasmissione sono stati ceduti a Sky. In ogni paese in cui è disponibile Netflix propone un’offerta diversa a seconda degli accordi con le società di produzione e distribuzione dei film e delle serie tv. Contrariamente a quanto annunciato, Orange is the new black, già trasmessa da Mediaset, è anche nel catalogo proposto da Netflix in Italia.

Tra le serie esclusive del servizio di streaming ci sono Bloodline, Daredevil, Marco Polo, Narcos e Sense8, ideata da Lana e Andy Wachowski, registi di Matrix, con J. Michael Straczynski. Nel 2017 verrà trasmessa Suburra, la prima produzione italiana di Netflix, che sarà diretta da Stefano Sollima, già regista dell’omonimo film ora nelle sale (e in streaming da maggio). Beasts of no nation non è ancora stato distribuito nei cinema, ma si può già vedere su Netflix.

Oltre a serie tv, film e programmi per bambini, Netflix offre anche diversi documentari. Tra quelli visibili in questo momento, ci sono:

  • Atari: game over (2014), che racconta il declino dell’azienda statunitense produttrice di videogiochi Atari;
  • Cowspiracy: the sustainability secret (2014), che indaga le conseguenze dell’allevamento intensivo sull’ambiente;
  • Fed up (2014), che spiega le cause dell’obesità infantile negli Stati Uniti;
  • Hot girls wanted (2015), sulle ragazze poco più che maggiorenni che cominciano a lavorare come attrici nell’industria pornografica; distribuito in esclusiva da Netflix;
  • Pentatonix: on my way home (2015), la storia dei Pentatonix, un coro che ha vinto un Grammy nel 2014, e il loro ultimo tour;
  • Keith Richards: under the influence (2015), materiale d’archivio e interviste per scoprire la vita di uno dei Rolling Stones;
  • Winter on fire (2015), sulle proteste in Ucraina tra il 2013 e il 2014; distribuito in esclusiva da Netflix, presentato alla Mostra del cinema di Venezia;
  • Zeitgeist: the movie (2007), Zeitgeist: addendum (2008), Zeitgeist: moving forward (2011), tre controversi documentari tra teorie cospirazioniste e critiche al capitalismo.

Quanto costa
Ci sono tre piani di abbonamento disponibili, ma il primo mese è gratuito per tutti i nuovi utenti. Il contratto più economico, a 7,99 euro al mese, prevede che si possa usare Netflix su un solo dispositivo alla volta e con definizione standard. Invece, con 9,99 mensili, si possono attivare due sessioni di streaming contemporaneamente e in alta definizione. Infine, per 11,99 euro al mese, una famiglia di quattro persone può accedere al servizio da quattro dispositivi diversi e guardare i contenuti in formato 4K se l’hardware lo permette.