14 gennaio 2016 21:25

La Turchia reagisce all’attentato di Istanbul attaccando Siria e Iraq. L’artiglieria di Ankara ha colpito “circa 500” postazioni dello Stato islamico. “Ogni attentato verrà punito”, ha detto il premier Ahmet Davutoğlu, sostenendo che i bombardamenti delle ultime 48 ore hanno ucciso 200 jihadisti. Il 12 gennaio un kamikaze ha ucciso dieci turisti tedeschi vicino alla moschea blu di Istanbul.