La famiglia di un guerrigliero angolano fa causa alla Activision

16 gennaio 2016 17:01

La famiglia di un guerrigliero angolano fa causa alla Activision. Secondo tre dei figli di Jonas Savimbi, ribelle angolano, morto nel 2002, l’azienda che ha prodotto il videogioco Call of duty. Black ops II, ha rappresentato il loro padre come un barbaro. I figli di Savimbi ora vivono in Francia e hanno fatto causa per diffamazione proprio in quel paese chiedendo un milione di euro di danni.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Kafka scozzese post punk
Alberto Notarbartolo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.