Le principali aziende tecnologiche mondiali accusate di sfruttare il lavoro minorile.

19 gennaio 2016 12:46

Le principali aziende tecnologiche mondiali accusate di sfruttare il lavoro minorile. Secondo un’indagine di Amnesty international, nella Repubblica Democratica del Congo il cobalto usato per fabbricare le batterie degli smartphone e di altri prodotti viene estratto da bambini che lavorano in condizioni precarie. Tra le aziende coinvolte ci sono la Apple, la Sony e la Samsung.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Dall’altra parte del mare, cosa spinge i tunisini a partire
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.