12 marzo 2016 13:06

Il presidente della Sierra Leone blocca la legge sull’aborto. A dicembre la legge era stata approvata all’unanimità dal parlamento, ma il presidente Ernest Bai Koroma si è rifiutato di firmarla in seguito alle ferme proteste dei leader religiosi del paese. La legge prevede che le donne incinte possono interrompere la gravidanza in ogni caso entro le prime dodici settimane. Un termine posticipato a 24 settimane in caso di incesto o stupro. Secondo l’Oms in Sierra Leone c’è il tasso di mortalità materna più alto del mondo.