08 aprile 2016 08:51
Un soldato armeno a Martuni, nel Nagorno-Karabakh, la regione a maggioranza armena che vuole l’indipendenza dall’Azerbaigian. Il 5 aprile una tregua bilaterale ha messo fine agli scontri che hanno causato almeno 75 morti. (Reuters/Contrasto)