Una donna somala si è data fuoco nel centro di detenzione di Nauru.

03 maggio 2016 15:36

Una donna somala si è data fuoco nel centro di detenzione di Nauru. È in gravi condizioni. Nella stessa struttura per richiedenti asilo, dove l’Australia rinchiude i migranti che cercano di arrivare nel suo territorio, il 29 aprile è morto un profugo iraniano che si era dato fuoco per protestare contro le condizioni di detenzione e le lunghe attese per la presentazione delle domande di asilo.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il populista Nigel Farage approfitta della crisi politica britannica
Pierre Haski
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.