Manifestazioni antigovernative in Papua Nuova Guinea, la polizia spara sugli studenti

08 giugno 2016 15:45

Manifestazioni antigovernative in Papua Nuova Guinea, la polizia spara sugli studenti. All’Università della Papua Nuova Guinea, a Port Moresby, sono scoppiate delle proteste contro il primo ministro Peter O’Neill, accusato di corruzione. Per fermare le manifestazioni, in cui si chiedono le dimissioni del premier, è intervenuta la polizia, che ha aperto il fuoco sugli studenti. Secondo il sito Abc News, almeno tredici persone sono rimaste ferite. Altre fonti vicine all’opposizione parlano di quattro studenti morti. Ma il bilancio è contestato dal governo, secondo il quale non ci sono state vittime.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La Colombia sceglie una politica coraggiosa con i migranti
Dylan Baddour
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.