L’Australia chiuderà il centro di detenzione per migranti in Papua Nuova Guinea.

17 agosto 2016 18:53

L’Australia chiuderà il centro di detenzione per migranti in Papua Nuova Guinea. Il governo australiano e quello papuano hanno trovato un accordo per interrompere le attività della struttura sull’isola di Manus, un centro di detenzione gestito da aziende private dove, secondo una commissione del governo australiano e diverse organizzazioni umanitarie, ci sarebbero stati maltrattamenti, stupri e violenze. Il 10 agosto il Guardian ha pubblicato un’inchiesta sugli abusi avvenuti in un altro centro di detenzione, quello di Nauru.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il traditore e gli altri film della settimana
Piero Zardo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.