Le violenze nella Repubblica Centrafricana causano 11 morti e 14 feriti.

07 ottobre 2016 07:15

Le violenze nella Repubblica Centrafricana causano 11 morti e 14 feriti. Le violenze sono scoppiate dopo l’uccisione del generale Marcel Mombeka, in passato consigliere dell’ex presidente Catherine Samba-Panza, avvenuta il 4 ottobre nel quartiere musulmano Pk5 di Bangui, capitale del paese a maggioranza cristiana. La Repubblica Centrafricana ha registrato un aumento delle violenze interreligiose dopo che le milizie Séléka hanno preso il potere nel 2013, lanciando rappresaglie contro milizie cristiane.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.