Nel 2016 nello Zimbabwe sono aumentate le violenze a sfondo politico.

28 ottobre 2016 12:50

Nel 2016 nello Zimbabwe sono aumentate le violenze a sfondo politico. L’ong locale Counselling services unit, in un rapporto pubblicato il 21 ottobre, denuncia 654 casi di aggressioni, rapimenti e torture commessi dalle forze di sicurezza (polizia, esercito e servizi segreti). Sono molti di più rispetto al 2015, quando erano stati documentati 476 episodi di violenza. Nel paese il clima di tensione e lo scontento verso il presidente Robert Mugabe si sono intensificati in vista delle elezioni del 2018.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Sfida di nervi tra gli Stati Uniti e l’Iran
Pierre Haski
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.