31 ottobre 2016 09:43

Disordini ai seggi in Costa d’Avorio. Il 30 ottobre gli ivoriani sono stati chiamati alle urne per votare la riforma costituzionale proposta dal governo del presidente Alassane Ouattara. La nuova costituzione dovrebbe garantire maggiore stabilità al paese, ancora caratterizzato da forti divisioni a cinque anni dalla guerra civile. L’opposizione però ha chiesto agli elettori di boicottare la consultazione popolare, sostenendo che la riforma serve solo a consolidare il potere di Ouattara. Almeno cento seggi sono stati attaccati da gruppi di giovani che hanno danneggiato i locali e il materiale elettorale.