Il presidente del Gambia Yahya Jammeh ha accettato di dimettersi e lasciare il paese.

21 gennaio 2017 10:43

Il presidente del Gambia Yahya Jammeh ha accettato di dimettersi e lasciare il paese. Lo ha comunicato in un messaggio alla televisione di stato, assicurando che non ci saranno violenze. Il 20 novembre i leader di Guinea e Mauritania si sono recati nella capitale Banjul per tentare di convincere Jammeh, che è rimasto nella sua residenza anche dopo la scadenza dell’ultimatum imposto dai leader dei paesi dell’Africa Occidentale. Jammeh, che ha perso le elezioni del 1 dicembre dopo ventidue anni al potere, aveva dichiarato lo stato di emergenza ed esteso il suo mandato di tre mesi.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Dall’altra parte del mare, cosa spinge i tunisini a partire
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.