Lo Zimbabwe vieta le punizioni corporali ai bambini.

02 marzo 2017 16:18

Lo Zimbabwe vieta le punizioni corporali ai bambini. La corte suprema del paese ha messo fuori legge le punizioni corporali nei confronti dei bambini sia a scuola sia nelle abitazioni private. Il caso era stato sollevato da due genitori che si erano lamentati perché la loro figlia di sei anni aveva dei lividi dopo essere stato picchiata da un insegnante. La decisione della corte suprema dovrà essere confermata dalla corte costituzionale.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

L’identità non esiste ma il potere la usa
Paul B. Preciado
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.