La corte di giustizia europea si è espressa sui simboli religiosi nei luoghi di lavoro.

14 marzo 2017 19:37

La corte di giustizia europea si è espressa sui simboli religiosi nei luoghi di lavoro. Secondo la corte europea il divieto di un’azienda ai suoi impiegati di mostrare simboli religiosi, politici e filosofici sul luogo di lavoro non costituisce una discriminazione diretta. La corte è stata interpellata sui casi di due donne musulmane, una in Francia, l’altra in Belgio, che ritengono di essere state discriminate perché portavano il velo sul lavoro. Quello della corte europea è un parere che non vincola in alcun modo le decisioni finali che spettano ai giudici belgi e francesi.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.