12 marzo 2020 09:53
  • Donald Trump blocca i voli dall’Europa

Con un discorso in diretta televisiva dallo studio ovale della Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti ha annunciato il blocco di tutti i voli dall’Europa per i prossimi trenta giorni a partire dal 13 marzo in seguito all’annuncio di una pandemia di Covid-19. I viaggiatori provenienti da paesi al di fuori della zona Schengen, tra cui il Regno Unito, sarebbero esonerati dal divieto perché Trump incolpa gli europei di aver “seminato” il virus negli Stati Uniti. Il presidente ha anche annunciato una serie di misure economiche del valore di circa 250 miliardi di dollari per attenuare l’impatto del virus.

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha dichiarato che l’Unione europea sta affrontando l’emergenza con ogni mezzo e che va assolutamente evitata qualunque perturbazione economica.


Negli Stati Uniti le persone risultate positive al test per il nuovo coronavirus (Sars-CoV-2) sono 1.312, almeno 28 i morti. L’attore Tom Hanks e sua moglie hanno dichiarato di essere risultati positivi al test. La lega americana di basket Nba è stata sospesa fino a nuovo avviso dopo che un giocatore degli Utah Jazz è risultato positivo. New York e Chicago hanno annullato le sfilate del giorno di San Patrizio fissate per il 17 marzo.

Reuters rivela che la Casa Bianca avrebbe chiesto alle autorità sanitarie di classificare, almeno in un primo momento, le riunioni come “riservate”. Questo potrebbe aver rallentato la risposta alla diffusione del virus.

  • Da epidemia a pandemia

L’11 marzo il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha annunciato in diretta dalla Svizzera che poiché sono stati registrati più di 118mila casi di Covid-19 in 114 paesi, e 4.291 persone hanno perso la vita, si è passati da un’epidemia a una pandemia.

Il numero di nuove infezioni ha continuato a salire in tutto il mondo. Il tracker della Johns Hopkins University afferma che 126.258 persone hanno contratto la malattia e 4.638 sono morte La stragrande maggioranza delle vittime è stata in Cina, ma il 12 marzo Pechino ha dichiarato di avere solo 15 nuovi casi. Hubei, l’epicentro dell’epidemia, ha registrato otto nuovi casi. La Cina ha sospeso i permessi per l’accesso all’Everest, a poche settimane dall’inizio della stagione delle scalate.

  • L’Italia chiude i battenti

Il presidente del consiglio italiano ha annunciato, la sera dell’11 marzo, un nuovo decreto che prevede ulteriori restrizioni per fermare la diffusione del nuovo coronavirus. Il provvedimento dispone la chiusura di tutte le attività commerciali non essenziali e la nomina di un commissario speciale per la gestione dell’emergenza: sarà Domenico Arcuri, amministratore delegato dell’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa (Invitalia).

Il decreto è valido fino al 25 marzo e potranno rimanere aperti solo alimentari, farmacie, tabaccai ed edicole. Industrie e fabbriche potranno continuare a lavorare a condizione di rispettare i protocolli di sicurezza.

L’11 marzo, alle ore 18, il capo della protezione civile Angelo Borrelli ha fatto il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus (Sars-CoV-2) in Italia.

  • Attualmente sono positive 10.590 persone (2.076 in più rispetto a ieri, un numero elevato anche a causa della mancata registrazione di alcuni contagi del 9 marzo in Lombardia). Il totale dall’inizio dell’epidemia è di 12.462 casi.
  • Le persone guarite e dimesse sono 1.045 (41 in più rispetto al giorno precedente).
  • Le morti legate al nuovo coronavirus sono in totale 827, 196 in più rispetto al 10 marzo.
  • I ricoverati con sintomi sono 5.838, 1.028 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, di cui 560 in Lombardia.

Il governo ha stanziato fino a 25 miliardi di euro per affrontare l’emergenza e sostenere le piccole e medie imprese e il mercato del lavoro.

  • In Europa

In Europa sono 22.307 le persone contagiate, e 930 sono morte per cause legate al nuovo coronavirus.

Peggiora la situazione in Spagna, dove i casi sono quasi quadruplicati da domenica (2.152, metà dei quali nella Comunidad di Madrid e cinquanta morti). Il paese ora è terzo in Europa per numero di contagi, dopo Italia e Francia. Le scuole nella zona di Madrid sono state chiuse.

In Francia il presidente Emmanuel Macron pronuncerà un discorso alla nazione il 12 marzo alle 20, prendendo pubblicamente la parola per la prima volta dall’inizio del contagio.

Oggi si riunisce il consiglio direttivo della Banca centrale europea: la presidente Christine Lagarde annuncerà le politiche che la Bce adotterà a sostegno delle economie europee. Secondo Bloomberg Lagarde in una teleconferenza con i leader europei ha detto di temere uno scenario “come quello del 2008”.