16 marzo 2020 13:11
  • Francia Nel primo turno delle elezioni amministrative, test importante per il presidente Emmanuel Macron e per il suo partito En Marche!, l’affluenza è stata inferiore al 50 per cento a causa dei timori legati all’emergenza coronavirus. Il governo aveva deciso di non rinviare il voto per non avallare le accuse della destra di un “colpo di stato istituzionale”, ma non è chiaro se sarà confermato il secondo turno, previsto per il 22 marzo. Secondo i risultati parziali, a Parigi è in testa la sindaca socialista Anne Hidalgo.
  • Israele Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha dato l’incarico di formare un governo a Benny Gantz, leader del partito di centro Blu e Bianco. L’obiettivo è mettere fine a una lunga crisi politica e fronteggiare l’emergenza coronavirus. Nelle elezioni legislative del 2 marzo, le terze in meno di un anno, il Likud del premier Benjamin Netanyahu aveva ottenuto la maggioranza relativa dei seggi. Ma nelle consultazioni di Rivlin con i leader politici è emerso che Gantz può contare su una maggioranza di 61 seggi sui 120 della Knesset.
  • Stati Uniti Si è svolto a Washington il primo duello televisivo tra i due candidati alla nomination democratica Joe Biden e Bernie Sanders. Biden, considerato il favorito, si è impegnato a scegliere una donna come vice, mentre Sanders ha riproposto la copertura sanitaria universale. Entrambi i candidati hanno criticato il presidente Donald Trump per la gestione della pandemia.
  • Siria La Russia e la Turchia hanno avviato dei pattugliamenti congiunti nella provincia di Idlib, nel nordovest della Siria, dove una fragile tregua ha messo fine alle violenze delle ultime settimane. I convogli russi sono partiti da Tronba percorrendo l’autostrada strategica M4, come previsto dall’accordo del 13 marzo. La tregua, conclusa dal presidente russo Vladimir Putin e dal presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, è entrata in vigore il 6 marzo.
  • Spagna Re Felipe VI ha rinunciato all’eredità del padre Juan Carlos a causa delle accuse di corruzione nei confronti dell’ex sovrano. È stato anche sospeso l’assegno annuo da 194mila euro per Juan Carlos, previsto nel bilancio della casa reale. Secondo La Tribune de Genève, nel 2008 l’ex sovrano avrebbe ricevuto cento milioni di dollari dal re saudita Abdallah sul conto svizzero di una fondazione panamense.
  • Giappone Satoshi Uematsu, 30 anni, è stato condannato a morte dal tribunale di Yokohama per aver ucciso 19 persone con disturbi mentali in una casa di cura a Sagamihara, alla periferia ovest di Tokyo, nel 2016. Secondo la difesa, Uematsu non era in grado di intendere e di volere perché aveva assunto stupefacenti, ma l’accusa ha dimostrato che l’attacco era stato pianificato con cura.
  • Repubblica Centrafricana Un casco blu burundese è stato ucciso a Grimari, nel centro del paese, nell’attacco di una milizia cristiana antibalaka. Nonostante l’accordo di pace firmato nel 2019 dal governo e da 14 gruppi ribelli, le violenze sono ancora frequenti nel paese e i gruppi armati controllano i due terzi del territorio.