04 settembre 2020 15:13

La Russia ha registrato 5.110 nuovi casi di covid-19 in 24 ore: con 1.015.105 in totale, è il quarto paese al mondo per contagi. In Ucraina i 2.723 nuovi positivi in un giorno sono il numero più alto mai registrato nel paese. L’India continua a superare gli 80mila casi al giorno, portando il totale a 3,9 milioni. Alto anche il bollettino dei morti: 1.096 solo il 3 settembre, in tutto sono 68.472. Il Brasile invece ha superato la soglia dei 4 milioni di casi, con 43.773 nuovi positivi e 834 vittime nelle ultime 24 ore.

  • “Non ci aspettiamo che un vaccino sia diffuso prima della metà del prossimo anno”, ha detto la portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Harris. “Servirà più tempo in questa fase 3, perché dobbiamo vedere quanto sia realmente protettivo il vaccino e quanto sia sicuro”. La dichiarazione sembra una risposta alle indiscrezioni che arrivano dagli Stati Uniti, secondo cui Donald Trump vorrebbe distribuire il vaccino prima delle elezioni presidenziali di inizio novembre.
  • Il Messico è il primo paese al mondo per numero di vittime del covid-19 tra gli operatori sanitari: sono 1.320 secondo un rapporto di Amnesty International, 1.077 negli Stati Uniti, 649 nel Regno Unito e 634 in Brasile.
  • In Francia, tre giorni dopo l’inizio dell’anno scolastico, interi istituti hanno già dovuto chiudere per casi di covid-19. Il ministro dell’istruzione, Jean-Michel Blanquer, ha annunciato che, a oggi, sono state chiuse ventidue scuole nel paese. La Francia ha registrato più di settemila nuovi contagi per la seconda volta in due giorni e sono aumentati anche i ricoveri per il coronavirus.
  • Le autorità locali di Madrid hanno deciso di limitare il numero di persone che si possono riunire al chiuso: in seguito a un aumento dei contagi registrati in case e uffici, dal 7 settembre sarà proibito riunirsi in più di dieci persone. Anche funerali, matrimoni, cerimonie religiose, visite guidate o di gruppo saranno sottoposti a limitazioni.
  • Le scuole internazionali in Cina stanno riaprendo, ma saranno a corto sia di insegnanti sia di alunni. Gran parte del personale e degli studenti ha lasciato il paese per le vacanze del capodanno lunare, proprio mentre il coronavirus si diffondeva e molti sono ancora bloccati all’estero. Secondo l’Associazione delle scuole internazionali di Cina e Mongolia, quasi il 40 per cento degli insegnanti e degli studenti che dovrebbero iniziare l’anno scolastico si trovano attualmente all’estero.
  • Diarrea e vomito potrebbero essere un segno importante per scoprire il covid-19 nei bambini, dicono i ricercatori della Queen’s University di Belfast. “Nel nostro gruppo questi sintomi erano più predittivi della tosse o dei cambiamenti nell’olfatto e nel gusto”, ha spiegato il dottor Tom Waterfield, primo autore dello studio.
  • Le autorità indonesiane stanno tentando nuovi tipi di terapie d’urto per attirare l’attenzione della popolazione del paese con più alto numero di morti nel sudest asiatico. Ogni giorno a Jakarta, alle 9 in punto, alcuni funzionari del governo locale indossano i dispositivi di protezione, sollevano una bara di legno vuota sulle spalle e si mettono in cammino per le strade trafficate della città.