28 aprile 2011 00:00

Il cioccolato può turbare il sonno?

Il cioccolato sa risvegliare le papille gustative, ma alcuni si chiedono se possa avere un effetto collaterale meno piacevole: impedirci di dormire. Come molti sanno contiene caffeina, ma la quantità varia a seconda del tipo: quaranta grammi di cioccolato al latte Hershey, per esempio, ne contengono nove milligrammi, circa il triplo di una tazza di caffè decaffeinato. Una barretta di cioccolato fondente, invece, ne ha molta di più, ossia una trentina di milligrammi, quasi quanto una tazza di tè. In altri termini il cioccolato fondente consumato tardi la sera potrebbe costringervi a contare molte pecore.

Il cioccolato, inoltre, contiene altre sostanze stimolanti. Una è la teobromina, il composto che lo rende pericoloso per cani e gatti perché lo metabolizzano molto lentamente. La teobromina, che accelera il battito cardiaco e causa l’insonnia, si trova in piccole quantità soprattutto nel cioccolato fondente. La National sleep foundation consiglia di evitarlo – con caffè, tè e bibite zuccherate – prima di andare a letto. Un’alternativa c’è: il cioccolato bianco non contiene teobromina e ha pochissima caffeina.

Conclusioni Mangiare cioccolato di sera potrebbe farvi restare svegli.

Internazionale, numero 895, 29 aprile 2011