24 novembre 2011 00:00

L’apnea del sonno causa problemi sessuali?

Negli Stati Uniti l’apnea turba il sonno di oltre 12 milioni di persone. Spossatezza, pressione alta e aumento di peso sono solo alcune delle possibili conseguenze. Sempre più ricerche hanno rivelato che l’apnea notturna può contribuire anche alla disfunzione erettile negli uomini e alla perdita della libido nelle donne. Si pensa che dipenda in parte dagli ormoni sessuali come il testosterone, che aumentano con il sonno e diminuiscono in sua assenza.

Causando risvegli intermittenti e privazione di sonno cronica, l’apnea può provocare il calo di questi ormoni e portare a una disfunzione sessuale. Nello studio più recente, pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, sono state messe a confronto ottanta donne con apnea ostruttiva tra i 28 e i 64 anni con 240 donne sane. Si è visto che le prime avevano tassi di disfunzione sessuale notevolmente più elevati. In uno studio del 2009 gli scienziati hanno cercato i segni di problemi sessuali in 401 uomini con una sospetta apnea del sonno.

Il 66 per cento di quelli a cui è stata confermata aveva anche una disfunzione erettile, a differenza del restante 34 per cento.

Conclusioni L’apnea del sonno può far aumentare il rischio di disfunzione sessuale.

Internazionale, numero 925, 25 novembre 2011