20 novembre 2012 14:00

Prima di un intervento chirurgico bisogna consumare carboidrati?

Di solito i medici raccomandano almeno sei ore di digiuno e due ore senza liquidi prima di un’operazione. Il motivo principale è evitare il vomito mentre il paziente è sotto anestesia. Dopo un intervento, però, il corpo è in uno stato di stress metabolico che lo induce ad attingere alle riserve di grassi, carboidrati e proteine per alimentarsi e riparare i tessuti. Questo stato può ritardare la ripresa e aumentare il rischio di complicazioni.

Ma che succede se poco prima delle due ore senza liquidi il paziente fa il pieno di carboidrati? In uno studio compiuto da chirurghi inglesi 36 pazienti prossimi a un intervento al colon-retto sono stati sottoposti a tre regimi diversi. Un gruppo ha digiunato, uno ha bevuto acqua e l’ultimo ha assunto la maltodestrina, un carboidrato idrosolubile.

Dopo l’intervento la degenza dei pazienti che avevano assunto carboidrati è durata meno, in media sette giorni e mezzo, contro i dieci di quelli tenuti a digiuno. Anche il ritorno alla funzionalità intestinale è stato più rapido. Altri studi hanno ottenuto risultati simili.

Conclusioni I carboidrati liquidi assunti fino a due ore prima di un intervento possono favorire la guarigione, ma servono più ricerche.