23 ottobre 2013 18:13

*Nell’ufficio di BuzzFeed, il sito di notizie fondato da Jonah Peretti nel 2006. (Shannon Stapleton, Reuters) *

A New York l’industria tecnologica è in crescita e rappresenta ormai il settore più importante per l’economia cittadina dopo quello finanziario. Lo racconta il rapporto Building a digital city, dell’economista Michael Mandel, pubblicato in occasione del Bloomberg technology summit.

In particolare cresce il settore “tecnologia e informazione”, un insieme piuttosto vario che comprende sia aziende tecnologiche (come Tumblr, Google, Facebook e Twitter) sia i gruppi editoriali (BuzzFeed, Time Warner, New York Times Company, Thomson Reuters).

“Questi pilastri della comunicazione sono clienti, investitori e una fonte di idee e talenti. Senza di loro a New York non ci sarebbe il boom tecnologico”, scrive Mandel.

Uno dei motivi è che negli ultimi anni anche le redazioni più tradizionali cercano persone capaci di lavorare con i video, i dati, i contenuti per smartphone e tablet, o che sappiano programmare. Tra le richieste di lavoro pubblicate a settembre sul sito del New York Times, per esempio, c’erano posizioni come “direttore dell’homepage mobile” o “sviluppatore di notizie interattive”. (mre)