12 giugno 2013 16:00

Secondo volume, anche più riu­scito del primo, di una bella idea editoriale. In Contatti. Provini d’autore, curato da Giammaria De Gasperis per la casa editrice Postcart, sono pubblicati, come indica il titolo, i provini di grandi fotografi, molto diversi tra di loro, sia per lo stile sia per il metodo di lavoro. E così le foto del viaggio in Giappone di Anders Peters finiscono accanto a immagini di specialisti della pubblicità o di fotografi di guerra.

I provini arrivano dal mondo intero e sono di fotografi ancora legati alla pellicola tradizionale o che sono passati al digitale. Altri mostrano diapositive che ormai appartengono a un’altra epoca. Ma ognuna di queste tavole di piccole foto in sequenza ci lascia qualcosa degli autori. Qualcosa che, a rischio di non trovarci d’accordo, svela le dinamiche o i misteri delle loro scelte. Nei brevi testi che accompagnano le immagini ci sono commenti o ricordi degli autori.

Di solito, quando i fotografi decidono di svelare quelli che Cartier-Bresson chiamava gli “schizzi” (e che lui non avrebbe pubblicato per nulla al mondo), lo fanno ingrandendoli e modificandoli. L’idea grandiosa di questi libri, invece, è di mostrare i provini nella loro dimensione naturale, di offrirci qualcosa di intimo, costringendoci a guardarlo da vicino, senza spettacolarizzazioni o gerarchie. E tutto questo con un formato tascabile e un prezzo molto accessibile. Aspettiamo il terzo volume.