22 marzo 2012 00:00

Come spiego a mia figlia di sei anni che Super sexy girls non è un nome appropriato per un club di compagne di scuola? –Caterina

Giorni fa mia figlia mi ha chiesto: “Papà, che vuol dire putain?”. Preso dal panico, ho risposto: “Non lo so. Io copro italiano e inglese, il francese chiedilo alla maestra”. Padre codardo. Ma non sono il solo. La mia amica Sara, canadese, ha fatto lo stesso. La radio passava il tormentone “I’m sexy and I know it”, quando sua figlia le ha chiesto: “Perché dice che è sexy? Gli uomini non possono essere sexy”. “Certo che possono”, risponde Sara. “Mamma, che vuol dire sexy?”. Sara si ritrova con le spalle al muro: “Non lo so. Ma credo che si possa usare anche per gli uomini”. Madre codarda. Il fatto è che se qualcuno ci avvertisse il giorno prima magari saremmo pronti a rispondere a certe domande.

Dopo un po’ ho spiegato a mia figlia cosa vuol dire putain: “È una brutta parola, perché fa restare male le persone e in più si usa solo contro le donne. Qualcuno la usa al posto di ‘accidenti’, ma è comunque da maleducati”. Ho capito che non serviva spiegare il sesso né la prostituzione. Chiedi a tua figlia se sa cosa significa sexy girls: risponderà belle ragazze o forse capirà di non saperlo. A quel punto consigliale di chiamare il suo club con una parola che conosce (sempre in inglese, che fa più cool). Che ne dice del club delle Beautiful girls? O, meglio ancora, delle Smart girls.

Internazionale, numero 941, 23 marzo 2012