28 febbraio 2014 16:16

St. Vincent: Birth in reverse

Il 24 febbraio St. Vincent ha pubblicato il suo [nuovo e omonimo album][1]. Un disco davvero bello. Per promuoverlo ha suonato al Colbert Report, famosa trasmissione televisiva statunitense. Tra i brani proposti c’è stato Birth in reverse, un numero in perfetto stile Talking Heads. Si vede che negli ultimi anni ha frequentato David Byrne. Eccome.

Damon Albarn: Lonely press play

Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.

Damon Albarn è il leader dei Blur, il gruppo Britpop che negli anni novanta duellava con gli Oasis. Ma è stato anche la mente principale dietro i progetti Gorillaz, The Good, the Bad & the Queen, Rocket Juice & the Moon e tanti altri. Lonely press play è il secondo brano estratto dal suo primo disco solista, Everyday robots, nei negozi dal 28 aprile.

Bruce Springsteen: Stayin’ alive

Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.

Bruce Springsteen non ha bisogno di presentazioni. Il 26 febbraio il Boss ha suonato a Brisbane, in Australia. E ha aperto la scaletta con Stayin’ alive, cover del [classico dei Bee Gees][2]. Non è un caso. I fratelli Gibbs hanno passato parte della loro infanzia proprio a Redcliffe, vicino a Brisbane.

The Horrors: I see you

Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.

Questa canzone segna il ritorno degli Horrors, una delle più band inglesi più interessanti degli ultimi anni, capaci di mescolare con abilità pop e psichedelia. I see you è il primo singolo tratto dal nuovo disco Luminous, che uscirà il 5 maggio.

Cloud Nothings: Psychic trauma

Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.

Altra anteprima di un album in uscita. Con il precedente disco, Attack on memory, i Cloud Nothings avevano raccolto ampi consensi. Il nuovo Here and nowhere else uscirà il 1 aprile. Dopo aver pubblicato il singolo I’m not part of me, questa settimana la band di Cleveland, Ohio, ha diffuso un altro brano nuovo.

Giovanni Ansaldo lavora a Internazionale. Si occupa di tecnologia, musica, social media. Su Twitter: @giovakarma