08 novembre 2007 00:00

Gli esseri umani si muovono. Non è una grandissima novità. Lo fanno più o meno da quando sono comparsi sulla Terra. E lo hanno sempre fatto riuscendo a superare ostacoli ben maggiori di un decreto sui flussi. Gli esseri umani si muovono per tante ragioni, ma il più delle volte scappano: da una guerra, dalla fame, dall’assenza di un futuro. Pensare di poter regolare o fermare gli spostamenti di grandi masse di persone è un po’ come cercare di tappare con un dito la crepa di una diga. Per carità, tutti devono rispettare le regole. L’azione della polizia è fondamentale. Guai a lasciare alla destra l’esclusiva della parola sicurezza. Ma sarà tutto inutile finché in questo mondo le diseguaglianze resteranno così profonde. Il pianeta ha urgente bisogno di una diversa distribuzione delle risorse: economiche, ambientali, alimentari. E siamo noi, che viviamo nei paesi più ricchi, che dobbiamo cominciare.