16 luglio 2020 17:03

“Dissonanza cognitiva” è un’espressione che ha usato per primo lo psicologo statunitense Leon Festinger nel 1957. Descrive il disagio che una persona prova quando ha due idee opposte o incompatibili tra loro, oppure quando le idee di una persona non corrispondono ai suoi comportamenti.

Un classico esempio di dissonanza cognitiva lo hanno raccontato Elliot Aronson e Carol Tavris sull’Atlantic. Nel 1997 alcuni seguaci della setta religiosa Heaven’s gate, fondata negli anni settanta in California, si erano convinti che un’astronave sarebbe arrivata sulla scia della cometa Hale-Bopp e li avrebbe condotti alla salvezza. Comprarono un telescopio per avvistare l’astronave, ma subito dopo lo restituirono pretendendo di essere rimborsati. Quando il negoziante gli chiese perché, risposero che il telescopio era difettoso dato che non si vedeva l’astronave.

In questi giorni si parla di dissonanza cognitiva a proposito del rifiuto di alcune persone di indossare le mascherine o di mantenere la distanza fisica, malgrado sia accertato che entrambi i comportamenti aiutano a contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Negli Stati Uniti la situazione è complicata non solo perché la pandemia è fuori controllo e i casi aumentano in modo allarmante, ma anche perché molti sostenitori di Donald Trump non vogliono usare le mascherine, e indossarle o no è diventato un gesto politico.

Come nel caso dei seguaci della setta californiana, chi vive una dissonanza cognitiva cerca di giustificare, innanzitutto a se stesso, la propria scelta. Con la mascherina gli argomenti più usati sono che impedisce di respirare, che è del tutto inutile oppure che rappresenta una limitazione alla libertà individuale. “Anche se è difficile, cambiare idea non è impossibile”, scrivono Aronson e Tavris, “la sfida è trovare un modo per vivere nell’incertezza, prendere le decisioni più informate possibili e modificarle quando l’evidenza scientifica lo impone”.

Questo articolo è uscito sul numero 1367 di Internazionale. Compra questo numero | Abbonati