26 ottobre 2021 11:16

Questo articolo è uscito a pagina 5 del numero 26 di Internazionale Kids, il mensile di Internazionale per bambine e bambini dai 7 ai 13 anni. Lo trovi in edicola, oppure puoi abbonarti.

La morte di una persona cara ci coglie sempre impreparate. Si vorrebbe avere un po’ più di tempo, anche solo dieci minuti, per dirle tutte le cose importanti che non le abbiamo detto. Da un momento all’altro quella persona sparisce e noi ci troviamo intrappolate in una specie di corazza – come quella dei cavallucci marini, ma più stretta – e dal corpo non escono più le parole. E invece il modo migliore per superare un lutto è parlarne con gli altri, farci consolare, inventare dei piccoli rituali per ricordare la persona amata.

A un certo punto la vita prende il sopravvento e ricomincia, ma sarebbe un peccato non ricordare le cose belle che quella persona ci ha lasciato: può essere la passione per il mare, per i circuiti elettrici o un modo insolito di affrontare le situazioni.

A volte gli adulti pensano che i bambini non siano pronti per sentir parlare di morte. Ma in questo modo si rischia di farla diventare un tabù, cioè un argomento vietato. Per questo abbiamo scelto di pubblicare un articolo che contiene un dialogo immaginario tra uno psicologo e un’adolescente che sta attraversando un momento difficile.

Nel numero, però, si parla anche del compleanno dei Pokémon, di un metodo infallibile per sfuggire alle zanzare e di sport assurdi: avete mai sentito parlare dell’hockey subacqueo?

Alessio Vitelli

Internazionale Kids è un mensile per bambine e bambini. Pubblica il meglio dei giornali di tutto il mondo per lettori dai 7 ai 13 anni. In questo numero: della morte si può parlare, obiettivo cavallucci marini, negozi di seconda mano a Hong Kong, il compleanno dei Pokémon, cosa sono i Pandora papers e molto altro.

Con il fumetto di Susanna Mattiangeli e Rita Petruccioli, le foto del Drone photo awards, i cappelli assurdi di Anna Keen. La copertina è di Alessio Vitelli.