23 marzo 2020 18:12

Spinto dal desiderio di evadere da una vita frenetica, Fausto Di Salvio, editore romano di successo – “ha dato il via alla serie I grandi amori d’oggi. Da Jacqueline a Sandrocchia” –, decide di andare a cercare il cognato Oreste, detto Titino, in Angola, dove si sono perse le tracce, “come cancellate dalle imponenti cascate del duque de Bragança”.

In Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? gli elementi della commedia all’italiana, e la critica spietata ai costumi della nostra società, sono sciolti in un’avventura dal sapore esotico. Il risultato è un film unico. Alberto Sordi nei panni del commendator Di Salvio è un gigante che trova in Bernard Blier – il ragionier Ubaldo Palmarini, doppiato in marchigiano da Marcello Turilli – una spalla altrettanto gigantesca. La sceneggiatura di Age, Scarpelli e Scola è generosissima, e il film trabocca di situazioni e battute memorabili. Da vedere e rivedere.

Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?
Di Ettore Scola. Con Alberto Sordi, Bernard Blier, Nino Manfredi. Musiche di Armando Trovajoli. Italia 1968, 130’. In streaming su Amazon Prime Video.