24 gennaio 2014 16:25

Sono una donna di 25 anni che ha appena cominciato a frequentare un ragazzo fantastico. Ma ho il sospetto che sia gay. Io sono un po’ all’antica e, anche se ho dormito da lui, ho messo il divieto a qualsiasi attività sotto la cintura.

Lui mi ha accarezzato sopra le mutandine, e io ho fatto lo stesso. In realtà mi sono anche spinta sotto le mutande, sfiorandogli il pene con la mano senza però toccarlo davvero. Mi è capitato di farlo con altri ragazzi, e di solito vanno fuori di testa: si contorcono, ansimano e mi implorano. Lui invece non ha avuto nessuna reazione, pur avendocelo duro.

Sono io che do troppo significato a questa cosa? So che siamo tutti diversi, ma sono rimasta un po’ spiazzata. Mi piace pensare che siamo nel ventunesimo secolo, e se fosse gay potrebbe dirlo tranquillamente, però so che non è sempre così. C’è un modo per capire come stanno davvero le cose?

– Guessing About Yearning

Come diavolo si fa a ficcare la mano nelle mutande di uno — ovvero “spingersi sotto le mutande” — senza toccargli l’uccello? Comunque sia, il tuo nuovo ragazzo una reazione fisica ce l’ha avuta: gli è venuto duro.

È vero che alle tue mosse bizzarre non ha avuto la stessa reazione sopra le righe degli altri ragazzi, GAY, ma avere un’erezione quando una ragazza ti ficca una mano nelle mutande è un indicatore sufficiente del fatto che il tizio in questione non è gay. Magari gli sarebbe anche piaciuto ansimare e implorarti, ma si è contenuto perché tu avevi vietato “qualsiasi attività sotto la cintura”, e questo tuo fantastico nuovo fidanzato non voleva farti pressione per non metterti a disagio.

(Traduzione di Matteo Colombo)