Risposte brevi a domande inevase

28 dicembre 2016 17:20

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

All’inizio del mese abbiamo registrato lo speciale natalizio del Savage Lovecast alla Revolution Hall di Portland, in Oregon. Il pubblico ha scritto le domande su dei bigliettini prima dello spettacolo, cosa che ha permesso agli spettatori di mantenere l’anonimato obbligandoli a essere sintetici. Abbiamo ricevuto più domande di quelle a cui potessimo rispondere, per questo ho promesso al pubblico che nella rubrica di questa settimana avrei risposto al maggior numero possibile di domande rimaste inevase. Eccole.

Ho sentito un sacco di storie agghiaccianti e visto innumerevoli radiografie su internet: hai qualche consiglio per evitare di perdermi degli oggetti nel culo?

Lo sai cos’è che non si vede mai in quelle radiografie? I butt plug e i sex toys fatti per essere usati nel culo. Usa solo butt plug con la base larga, dildi con la base a forma di palle, coni spartitraffico, eccetera e vedrai che andrà tutto bene.

***

Quante donne squirtano davvero? Sento opinioni contrastanti.

La risposta che segue viene dal Kinsey Institute e difficilmente ti soddisferà: “Tra il 10 e il 54 percento delle donne espelle un qualche tipo di liquido in concomitanza con l’eccitazione sessuale e con l’orgasmo”. Forse la futura amministrazione Trump destinerà gli scienziati sottratti al cambiamento climatico alla ricerca sull’eiaculazione femminile, e per le elezioni di metà mandato potremo saperne di più.

***

Come faccio a convincere il mio partner – che alla cosa si dice interessato – a fare l’attivo “come si deve”, ovvero a creare una situazione di sottomissione anziché sciogliersi in un batuffolino di puro amore?

A Portland ci sono un sacco di bravissimi dominatori di professione. Cercane uno che abbia voglia di spiegare al tuo partner come si comporta un attivo vero.

***

Siamo una coppia uomo trans e donna cis, felicemente sposata, che vorrebbe fare un figlio entro i prossimi cinque mesi. Come lo diciamo ai parenti di mia moglie? Metà di loro non sanno che sono trans e lo partorirò io. Non vogliamo dire bugie, ma nemmeno che loro ci considerino qualcosa di diverso da una coppia.

Non è dicendo ai parenti della tua partner che sei trans che diventerete meno coppia. Sarete comunque “una coppia come tante”, dove però uno dei due partner è trans. Non potendo tenere nascosto chi dei due porterà il figlio in grembo – non nell’era di Twitter/Instagram/Facebook – prima glielo dite, prima loro potranno dare di matto, e prima torneranno a considerarvi come la coppia che siete e siete sempre stati.

***

L’uomo che da 40 anni è mio partner e marito ancora oggi dice che lo metto in imbarazzo. È una cosa insolita?

Se lo dice con affetto e solo occasionalmente, non è un problema e non è insolito. Se lo dice per umiliarti o controllarti, allora è un problema ed è inaccettabile.

***

Come fanno i bianchi a parlare ai neri di Donald Trump?

I bianchi che hanno votato per Trump sono il 58 per cento, i neri l’8. Per cui forse, anziché parlare ai neri di Trump, i bianchi dovrebbero starsene zitti e ascoltarli.

***

Per molte donne, il permesso di fare ogni tanto sesso con altri non serve a granché perché non riescono a raggiungere l’orgasmo scopando una sola volta con uno sconosciuto. In alternativa cosa suggerisci?

Chi l’ha detto che il permesso va usato solo con dei perfetti sconosciuti? Nessuno, ecco chi.

***

Come si fa a proporre a dei vecchissimi amici una cosa a quattro senza mandarli in paranoia o rovinare l’amicizia?

L’unico modo per non correre il rischio di mandarli in paranoia e rovinare l’amicizia è non proporgli la cosa a quattro.

***

Come si fa a stabilire chi ha vinto una lite in una coppia dello stesso sesso?

Una bella manche secca di domande su Cuori senza età. (????)*****

I maschi etero vogliono tutti mettertelo nel sedere, ma quando prima gli proponi di leccartelo scappano a gambe levate. Come faccio a colmare questo divario e farmi leccare il culo?

Frequenta dei gay.

***

Come faccio a evitare la leggendaria morte sessuale delle lesbiche?

Frequenta dei gay.

***

Faccio parte di un terzetto poliamoroso FMF e vorrei coinvolgere un altro maschio. Lo cercherei su internet, ma sono un insegnante della scuola pubblica in una piccola città. Come faccio a trovare qualcuno senza espormi e mettere a rischio il mio lavoro?

Affida la ricerca agli altri due.

***

Se sei sposato e hai una relazione aperta devi dirlo nel profilo di Tinder? O puoi aspettare e dirlo dopo?

Dovresti includere/rivelare l’informazione nel tuo profilo (la soluzione migliore), ma tanti uomini nella stessa situazione scelgono di aspettare e dirlo dopo (soluzione comprensibile, considerati i pregiudizi). L’esistenza di un/una coniuge va comunque rivelata tra la fine del primo scambio di messaggi e l’inizio del primo pompino.

***

Mia moglie va a fare lunghe corse con una sua amica. Io sono sicuro che nei boschi facciano sesso. Mi ingelosisco perché non ne faccio abbastanza io. Cosa devo fare?

Trovati qualcuno con cui andare a “correre”.

***

Sono incinta di quattro mesi. Mio marito non fa che dirmi quanto non vede l’ora di provare il mio latte materno. Potrebbe assaggiarlo dal biberon, ma dice che lo vuole direttamente dalla fonte. Mi piace essere una partner sportiva, ma devo dire che questa cosa mi mette un po’ a disagio.

Di’ a tuo marito che per il momento accantonerete il discorso. Può darsi che quando effettivamente comincerai ad allattare l’idea ti metta meno a disagio, ma può darsi anche il contrario. Non è che passando i prossimi cinque mesi a martellarti le sue chance di assaggiare dalla fonte aumenteranno, semmai il contrario (e per la cronaca: si può essere partner sportivi e avere comunque dei limiti ben definiti o dei no assoluti).

***

Sono un maschio gay di 25 anni non molto in sintonia con la cultura del sesso occasionale. Se l’idea di scopare subito non mi piace come faccio a stare sul mercato/trovare un partner?

È una domanda che mi fanno in continuazione, il che vuol dire che non sei il solo. Spiegando chiaramente cosa sei disposto a fare (scopare dopo uno o due incontri di semplice conoscenza) e cosa no (scopare dopo uno o due semplici “ciao”) allontanerai gli uomini sbagliati e attirerai quelli giusti.

***

Sono messo troppo male. Non so nemmeno da dove cominciare.

Dallo psicologo.

***

Buon Natale in ritardo, e a tutte e tutti i miei auguri di un 2017 felice, vigile, politicamente impegnato e resistente!

(Traduzione di Matteo Colombo)

Questa rubrica è uscita su The Stranger.

pubblicità

Articolo successivo

Mare, mare, mare