28 febbraio 2018 16:21

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Qualche giorno fa sono capitata sull’account Instagram di una ragazza appassionata di giochi con i coltelli. Io, che pure mi considero sessualmente aperta, all’idea sono rimasta un po’ turbata, oltre che sconvolta dal fatto di non sapere che questa cosa esistesse! Ma ovviamente esiste, perché alla fine esiste tutto, no? Non è che io voglia renderlo illegale, immagino che tutti abbiano diritto alle loro fantasie, ma questa in particolare mi manda fuori di testa! Non so se ho davvero una domanda, a parte chiederti cosa ne pensi tu. Bleah!

– Cant’ Understand This

È vero, Cut, esiste tutto, e gli oggetti che incutono timore come i coltelli – che sono simboli di potere, pericolo e controllo – è molto più facile che comincino a esistere in quel senso (come oggetti di feticismo) di quelli innocui come le piastre da panini, o inutili come i repubblicani moderati. Quanto a ciò che penso io dei giochi con i coltelli, be’, di sicuro non fanno per me. Ma se qualcuno ha voglia di inserirli nella sua vita sessuale in modo sicuro, responsabile e consensuale, e confezionare il tutto in modo da non violare le regole di Instagram, per me non è un problema.

(Illustrazione di Francesca Ghermandi)

Per la prima volta ho un cane. Lo amo, ma c’è un problema: è abituato a dormire sul letto con me, e ormai se lo sbattessi fuori si metterebbe a piangere e ad abbaiare, svegliando i coinquilini. È sbagliato masturbarsi con il cane sul letto? Non dorme sempre, non è che in qualche modo gli faccio del male?

– Conundrums Are Tacky

Sono trentamila anni che i cani guardano scopare gli esseri umani. Finché il tuo cagnolino si limita a fare lo spettatore passivo e non (bleah) il partecipante attivo, non ci sarà alcun problema e tu non andrai in galera.

***


Mia moglie ha detto stop al sesso qualcosa come tre anni fa (andiamo entrambi per i settanta). Ci tiene però a “sacrificarsi” una volta al mese. Ha chiarito che il sesso non le procura alcun piacere, ma se mi rifiuto di partecipare finisce regolarmente in grandi litigate. Nel frattempo mi sono reso conto di aver sviluppato un’attrazione per i miei coetanei maschi. Gli uomini che incontro nelle saune gay considerano il sesso orale sicuro e nessuno vuole usare il preservativo. Quasi sempre sembrano molto esperti e non temono di prendersi malattie veneree. Devo preoccuparmi?

– Concerned Older Man Enquires

Con il sesso orale, fatto e ricevuto, si può prendere di tutto: gonorrea, sifilide, clamidia, herpes, eccetera. Il mio consiglio è: finché vai con gli uomini nelle saune, smetti di fare sesso con tua moglie. Il mio sospetto è che lei scopi con te una volta al mese per evitare che tu cerchi altrove (cosa che stai già facendo), e perché è convinta – sbagliando – che se il sesso non lo trovi a casa tua la lascerai per procurartelo. Ovviamente non è così: tu ti stai già procurando il sesso altrove a sua insaputa (o senza il suo consenso, esponendola a dei rischi), eppure non l’hai lasciata. Dille che anche tu hai chiuso con il sesso etero (puoi evitare di dire etero), fatevi un’ultima grande litigata e poi vatti a succhiare qualche cazzo.



***

Sono gay e sposato. Mio papà si è fatto Instagram, ha cominciato a seguire me e alcuni miei amici, dopodiché ha fatto richiesta a un altro amico che ha l’account privato. Quest’ultimo ha stupidamente accettato la sua richiesta senza rendersi conto che era mio padre. Sul suo Instagram c’erano delle foto spinte di me e mio marito che facevamo cose abbastanza estreme (e abbastanza fantastiche) con questo amico. Mio padre mi ha chiamato urlando che lui e mia madre, oggi scomparsa, sono rimasti fedeli per 42 anni, e che il senso del matrimonio è quello, e che se pensavamo di far sesso con altri io e mio marito non avremmo dovuto sposarci. Mia madre, poco prima di morire, mi ha confidato di aver avuto un amante e mi ha chiesto di recuperare e distruggere una serie di lettere e bigliettini, cosa che ho fatto. Nelle ultime settimane ho litigato tre volte con mio padre sulla monogamia. Posso dirgli che nemmeno il suo matrimonio è stato monogamo?

– Son Blows Friend, Dad Blows Gasket

No che non puoi, Sbfdbg. Tua madre non c’è più e non può difendersi, e in assenza di prove della relazione tuo padre penserà che sia una bugia detta con cattiveria e per fargli (molto) male. E se anche tu le prove le avessi, Sbfdbg, dire a tuo padre della relazione di tua madre sarebbe un atto straordinariamente crudele. Hai tutto il diritto di essere arrabbiato – tuo padre si sta comportando da stronzo – ma avvelenargli i ricordi del matrimonio è una reazione sproporzionata alla sua stronzaggine. Digli piuttosto che la tua vita sessuale non lo riguarda e che ti rifiuti di parlarne ancora. Se lui tira fuori il discorso, sbatti giù il telefono. Tua madre voleva portarsi il suo tradimento nella tomba, e tu le hai promesso – quand’era in punto di morte – che l’avresti aiutata a farlo. Non la tradire.

***

Sono una donna di 52 anni in coppia aperta con il partner da due anni e mezzo. Sesso ottimo, fortissima affinità, migliori amici! Fin da subito lui ha espresso il desiderio che giocassi con il suo culo. All’inizio l’ho fatto, ma non mi sentivo mai a mio agio. Il sesso anale non mi piace in generale, e farlo con lui mi toglie l’eccitazione. In questi due anni e mezzo la sua frustrazione è aumentata molto. Io gli ripeto di cercarsi una donna o un uomo a cui il culo e i giochi connessi piacciano altrettanto. Siamo pur sempre una coppia aperta. Lui sostiene che non ha tempo di frequentare nessun altro. Adesso ci troviamo a un bivio nel rapporto. Lui mi ha detto che o mi dedico al suo culo, o ciascuno va per la sua strada. A me che sia arrivato a una conclusione del genere sembra assurdo. Hai qualche saggio consiglio?

– Ass Play Or Else

Il tuo “migliore amico” è uno stronzo capriccioso e manipolatore, mandalo affanculo e stop.

***

L’idea di sculacciare mia moglie è molto presente nelle mie fantasie sessuali. Non vorrei farle molto male, ma vedermela in grembo con il sedere un po’ arrossato è la cosa che mi eccita di più al mondo. Una volta me l’ha concesso, ma poi, trovandolo umiliante, si è rifiutata di ripetere l’esperienza. Nella vita quotidiana, per sua stessa ammissione, io la tratto con rispetto. Sarei al settimo cielo anche solo se lo facessimo raramente, diciamo una volta al mese. Ma per lei è umiliante punto e basta. Per il resto la nostra vita sessuale va alla grande. Credo che molti darebbero ragione a mia moglie: se non ti piace, allora non lo fare. Per come la vedo io, sarebbe un piccolo sforzo che procura a tuo marito un’incredibile felicità, per cui ovvio che devi farlo! Tu come la pensi?

– Wife Is So Hot Over The Knee

Fossi io tua moglie, Wishotk, vincerebbero le tue ragioni. Solo che non sono tua moglie. Tua moglie è tua moglie, ha provato a farsi sculacciare, lo ha trovato umiliante in un modo che non la eccita, e non lo vuole più rifare. Questo chiude definitivamente il discorso. Il fatto che il partner ci tratti con rispetto – ovvero il minimo sindacale – non ci obbliga a concedere atti sessuali che troviamo sgradevoli, umilianti o disgustosi. Dovrai quindi accontentarti di quella vita sessuale che per il resto va alla grande.

(Traduzione di Matteo Colombo)

Savage love è una rubrica di consigli sessuali e di coppia pubblicata su The Stranger.

Abbonati per ricevere Internazionale
ogni settimana a casa tua.

Abbonati