Campanello d’allarme

20 marzo 2019 16:07

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Sono una donna eterosessuale sui trent’anni. In teoria mi sono sempre piaciuti gli uomini di tutte le razze, ma nella pratica la maggior parte dei miei ex sono latinoamericani o bianchi. A settembre ho conosciuto un sinoamericano bellissimo, e da allora ho la sensazione che mi abbia riprogrammata. Ora mi piacciono solo gli uomini asiatici. Non ti scrivo per sapere se è da razzisti, perché a questi ragazzi non è che io chieda, che so, di parlare coreano a letto o fare non so quali giochi di ruolo. Ci frequentiamo e facciamo sesso, semplicemente, come in tutte le mie altre relazioni. Ma se uno di loro vedesse i miei match su Tinder penserebbe: “Questa ha un debole per gli asiatici”. Il che è vero, ma è anche relativamente una novità. Lo trovi normale? Può succedere che la gente cambi gusti di punto in bianco? E poi: non è che faresti una comunicazione di servizio sui cazzi asiatici? In base alla mia recente ma considerevole esperienza, coprono un ventaglio che va da medio a gigante. Se davvero gli asiatici avessero l’uccello piccolo, a questo punto almeno uno l’avrei visto. È solo una leggenda.

–Asian Male/White Female

Ecco il mio punto di vista sulle preferenze sessuali legate alla razza: a patto che uno/a sia in grado di vedere e di trattare i suoi partner sessuali come individui e non come oggetti (siamo tutti anche oggetti), a patto che esprima le sue preferenze senza sembrare e/o essere un/a razzista di merda, e a patto che esamini le sue preferenze per verificare che siano davvero sue, e non il desiderio automatico di ciò che gli/le hanno insegnato a desiderare (vedi i parametri di bellezza dominanti, o l’altrettanto insensato rifiuto degli stessi, la “trasgressiva” feticizzazione di ciò che è “altro”), allora cercare partner sessuali e/o sentimentali di una specifica razza non è un problema.

Ho sottoposto questo mio punto di vista a Joel Kim Booster – uno scrittore e comico che lavora molto con i temi della razza e del desiderio – il quale mi ha dato il via libera (fiu!). Gli ho anche fatto leggere la tua lettera, AMWF, e Booster vuole dirti alcune cose.

“Non mi sembra che la sua nuova predilezione per gli uomini asiatici abbia origine in una cosa sgradevole come la feticizzazione culturale”, dice Booster. “Fa bene a non chiedergli di parlare coreano o fare giochi di ruolo a tema asiatico. A me è capitato e ti fa davvero passare la voglia. Il suo interesse per gli asiatici sembra più che altro estetico, il che non è certo una colpa: ci sono un sacco di uomini asiatici stupendi”.

Booster ha anche qualche domanda per te. “Non è raro che nella vita una persona scopra solo a un certo punto di essere attratta da qualcosa che prima non considerava attraente. Ogni giorno ci sono adulti fatti e finiti che si scoprono bisessuali”, dice Booster. “Ma lei davvero ci ha messo trent’anni prima di vedere un uomo asiatico che le risultasse attraente? E adesso questo tizio l’ha ‘riprogrammata’ per essere attratta solo dagli uomini asiatici?”. Di questo tizio magico Booster vorrebbe vedere una foto, AMWF, e anch’io.

“Se lei fosse tranquilla al riguardo e avesse semplicemente inserito gli uomini asiatici nel mix non lo riterrei un problema”, aggiunge Booster. “Ma a quanto ho capito, adesso si scopa solo ed esclusivamente uomini asiatici, e in più sente il bisogno di scriverci una lettera. A me questo sembra un campanello d’allarme, anche se non saprei dire il perché”.

Forse stai solo recuperando il tempo perso – intaschi tutto il cazzo asiatico che puoi per compensare quello che ti sei persa prima di incappare nel bono asiatico definitivo – e a un certo punto i tuoi desideri/preferenze/profilo Tinder raggiungeranno un equilibrio razziale armonioso. Ma che tu rimanga attratta esclusivamente dagli uomini asiatici per il resto dei tuoi giorni o meno, AMWF, cerca di non trattarli come se a sederti su quel cazzo da medio a gigante gli stessi facendo un favore.

“Io diffido delle persone che hanno una specifica preferenza per gli uomini asiatici. E non tanto per la paura di essere trattato da feticcio, anche se quella c’entra sicuramente, quanto per lo squilibrio di potere che rapporti del genere implicano”, spiega Booster. “Ovviamente è solo una fiction, un costrutto culturale, ma so fin troppo bene che la società considera gli uomini asiatici meno virili, e quindi meno desiderabili. E ho imparato che gli uomini attratti esclusivamente dagli asiatici tendono a introdurre nelle interazioni un certo senso di superiorità, del tipo ‘Sei fortunato ad avere me che ti dedico queste attenzioni’. Quello sì che fa schifo! Non mi sembra che AMWF lo stia facendo, eppure dalla sua lettera sembra che voglia i complimenti perché è così al passo con i tempi da prendere in considerazione gli asiatici. Certe cose è meglio nasconderle: a nessuno piace sentirsi apprezzato solo perché un bono sinoamericano ha fatto una specie di incantesimo in un bar.

Seguite Joel su Twitter (@ihatejoelkim), e visitate il suo sito web ihatejoelkim.com

Sono un maschio. Sto con mia moglie dal 2006. È la mia bambolina sexy, ed è asiatica (sì, sono il classico bianco che ha sposato un’asiatica. Sono uno stereotipo vivente, ma lei no). A letto va tutto alla grande. Sono ancora innamorato pazzo a distanza di due figli, e la trovo più sexy che mai. Però non ama fare i pompini, non le è mai piaciuto. Quando eravamo fidanzati diceva sempre che i pompini potevo farmeli fare altrove, ma io pensavo scherzasse. A 35 anni sono più arrapato che a 25, e negli anni i miei gusti sessuali sono cambiati, o meglio si sono ampliati, perché adesso vorrei scoprire cosa si prova a farselo succhiare da un uomo. Come convinco mia moglie a darmi il permesso? Lei ha paura che possa piacermi, io ovviamente lo spero. Il mio desiderio più grande è farmi fare un pompino mentre torno a casa, e quando arrivo poterglielo raccontare e poi scoparla. Come la convinco a lasciarmelo fare per poi anche dirglielo ed essere sincero?

–Horny Married Man

Non ho raggruppato la tua lettera con quella di AMWF per creare una specie di rubrica a tema “mi fanno sesso gli asiatici”. No, ho deciso di includerla – essendo arrivata lo stesso giorno – perché illustra appieno una delle affermazioni di Booster nella risposta a AMWF: “Ogni giorno ci sono adulti fatti e finiti che si scoprono bisessuali”, diceva, e a quanto pare uno sei tu.

Immagino che con “ha paura che possa piacermi” tu intenda che a tua moglie l’hai già chiesto e ti ha detto no. Puoi riprovare – magari cambia idea – ma se la risposta resta no, HMM, allora la risposta resta no. Forse, se fosse un’avventura sessuale che potete condividere, a tua moglie interesserebbe di più. E lo è, perché proprio come esistono i maschi a cui piace succhiarlo agli etero sposati, esistono anche i maschi a cui piace succhiarlo agli etero sposati davanti alla moglie. Se non le hai ancora proposto di farlo nel contesto di un incontro hot con un bisessuale a cui piaccia anche lei, allora forse dovresti.

Quanto alla tua etichetta, esistono etero che mentre un maschio glielo succhia riescono a chiudere gli occhi e a pensare alle donne, ovvero fare il salto “una bocca vale l’altra”. Ma a te non eccita solo l’idea di ricevere un pompino entusiasta, bensì quella di fartelo fare da un maschio. Questo fa di te un bisessuale, HMM, ma per questioni di marketing ti suggerirei di usare “etero”.

(Traduzione di Matteo Colombo)

Savage love è una rubrica di consigli sessuali e di coppia pubblicata su The Stranger.

Abbonati per ricevere Internazionale
ogni settimana a casa tua.

Abbonati
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il ruolo rimosso delle donne nella resistenza
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.