08 aprile 2020 17:01

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Le ultime due rubriche e gli ultimi due podcast erano interamente sulla pandemia. In questo momento tutto e tutti parlano solo di pandemia. Non è che puoi fare una pausa? Anche solo di una settimana? Rispondere a qualche domanda che non riguardi la pandemia? Non ti hanno chiesto qualcosa di divertente su pratiche di sesso strane? Ho davvero bisogno di una tregua, Dan, e come me tanti altri.

– Columnist’s Oeuvre Vividly Instills Dread

Di domande bizzarre sul sesso ne sono arrivate, questa settimana, e sono ben contento di rispondere, COVID. Ma c’è un accenno alla pandemia nella seconda, che quindi puoi tranquillamente saltare.

***

Ho un tipo di feticismo che da qualche anno mi provoca molta ansia. Ho per caso scoperto che mi eccitano le pance grosse, l’aumento di peso e vedere una persona che si abbuffa__. Ce l’ho da quand’ero bambina, anche se l’ho capito solo adesso. Non so se è rilevante, ma sono nella fascia dai 20 ai 30 anni, in coppia monogama eterosessuale. Il mio problema è che faccio davvero fatica a godere senza guardare foto o fare pensieri di questo tipo. L’orientamento generale credo sia “se non fa male a nessuno, va bene”. Ma io mi faccio davvero schifo, e mi vergogno. Né io né il mio compagno siamo grassi, e tutti e due teniamo alla salute e alla forma fisica. Non provo il minimo desiderio di partecipare a questo tipo di attività con una persona reale. Ogni volta che finisco di masturbarmi, provo imbarazzo e mi trovo ripugnante. È chiaro che una parte del mio cervello ha un bisogno feroce di queste fantasie, ma il resto del cervello le DETESTA. Continuo a ripetermi che prima o poi mi passeranno, ma faccio talmente fatica a venire con altri tipi di porno (o senza) che alla fine ci ritorno sempre. Il sesso normale col mio compagno mi piace davvero. Mi eccita e mi diverte. Ma spesso non riesco a venire. A volte lui pensa di non essere capace, quando in realtà fa tutto benissimo, ed è solo il mio corpo a frustrarmi. Per cui la domanda credo sia: continuare a guardare porno con pancioni alimenta queste fantasie nel mio cervello? Dovrei smetterla e costringermi a trovare altri modi di godere? Oppure imparare in qualche modo ad accettare le mie fantasie?

– Big Belly Woes

Sei anni fa chiesi al dottor Jesse Bering, autore di Perv: the sexual deviant in all of us, di rispondere alla domanda di un padre preoccupato dall’interesse sessuale del figlio adolescente per i Pokémon (sì, i Pokémon.) Questo padre voleva sapere se c’era qualcosa che si poteva fare per l’ossessione sessuale “un po’ patetica” del figlio. Bering gli spiegò che le fantasie di suo figlio – come quelle di chiunque – sono innate. “Nessuno sa perché certe persone siano più inclini di altre a sviluppare meccanismi di attrazione insoliti”, spiegava Bering. “Ma che si tratti di un debole per i Pokémon, per i piedi, per la biancheria intima o per i ragni, le informazioni più attendibili di cui disponiamo lasciano intendere che alcune persone – in genere i maschi – siano geneticamente predisposte a ricevere un ‘imprinting sessuale’ nell’età dello sviluppo”.

E una volta che la nostra immaginazione erotica si attacca a qualcosa, una volta ricevuto l’imprinting dei personaggi dei Pokémon, delle pance sporgenti o delle tutine da wrestling, non c’è molto che possiamo fare. Prima ancora di diventare adulti – prima di raggiungere la pubertà – le nostre fantasie, per dirla con Bering, sono “più o meno consolidate”.

Per quel che ne sappiamo noi, quell’adolescente con il feticismo dei Pokémon era perfettamente a suo agio con i suoi interessi sessuali di nicchia. In fin dei conti era stato il padre a scrivere, non lui (ma se siete feticisti dei Pokémon, avete 23 anni e da adolescenti vostro padre invadeva regolarmente la vostra privacy facendovi vergognare delle vostre fantasie sessuale, scriveteci per un aggiornamento!). Mi hanno però scritto anche persone come te, BBW, che non vivono bene i loro gusti e vogliono disperatamente sapere cosa fare. Scienziati e ricercatori concordano quasi tutti con Bering: non c’è proprio niente che puoi fare, e masturbarti con il porno che ti eccita non “alimenta” le tue fantasie. Non puoi “affamarle” evitando di pensarci o usarle per eccitarti, BBW, e nemmeno pregare che passino, proprio come io non posso pregare perché mi passi l’omosessualità. Accettarle ed esplorarle con altri adulti consenzienti – oppure, se le fantasie non si possono realizzare per ragioni etiche, godersele da soli o in coppia giocando esclusivamente con la fantasia – è l’unica opzione realistica.

(Francesca Ghermandi)

Detto questo, ci sono dottori che, alle persone a disagio con le proprie fantasie sessuali, prescrivono gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri), alias antidepressivi. Questi farmaci non cancellano in modo selettivo le fantasie, BBW: radono al suolo la libido. Prendere gli Ssri significherebbe sacrificare sullo stesso altare, oltre alle fantasie che ti stressano, il sesso normale che ti godi con il tuo compagno. Mi riesce difficile immaginare che tu voglia imboccare quella strada, BBW, il che ci riporta all’accettazione delle fantasie e alla sincerità nel parlarne con il partner.

Il rischio che correresti parlandogliene è di sicuro la prima delle tue preoccupazioni, BBW, perché le conseguenze sarebbero immediate, ovvero che magari lui ti lascia. Ma nemmeno non parlargliene, costringendolo a chiedersi perché con lui non riesci a godere ma da sola sì, è una scelta priva di rischi. Se lui si sente inadeguato, se pensa tu gli nasconda qualcosa, e di non essere in grado di soddisfarti… potrebbe decidere di lasciarti.

pubblicità

Per cui parlagliene, BBW, tenendo a mente che le fantasie sessuali vanno sempre presentate come qualcosa di assurdo e tenero – nonché potenzialmente molto divertente – insomma una stranezza, non una tragedia. Ti piacciono le pance grosse, BBW, non hai la leucemia. E le tue fantasie puoi esplorarle senza ingrassare né costringere il tuo compagno ad abbuffarsi per ingrassare lui. Introdurre qualche discorso spinto sul tema dei pancioni potrebbe aiutarvi a godere insieme, BBW, e anche un uomo estremamente in forma può spingere la pancia in fuori per creare l’illusione. Buon divertimento!

***

Io e il mio fidanzato viviamo a San Francisco, ed è lì che ce ne stiamo chiusi in casa. Purtroppo non lo possiamo fare insieme, il che significa niente contatto fisico, soprattutto perché lui vive con un genitore ad alto rischio (stare con me fino alla fine dell’emergenza è impraticabile). Il nostro livello di frustrazione per la fine improvvisa della componente sessuale del rapporto è quello che puoi immaginare. Facciamo passeggiate (a distanza) durante la settimana, ci sentiamo tutti i giorni e ci masturbiamo in cam, ma la soddisfazione è relativa. Pensavo di dargli un mio paio di mutandine usate, per farci quello che vuole. La mia domanda è: se mi lavo le mani prima di comporre con attenzione un pacchetto di aiuti sessuali il rischio di diffondere il virus è grande? Al momento sto bene, ma so che si può essere contagiosi anche se asintomatici, e tutti e due stiamo tenendo le nostre case accuratamente igienizzate. Il virus si può diffondere anche attraverso gli umori vaginali?

– Very Aromatic Gift

Il nuovo coronavirusnon è ancora stato individuato negli umori vaginali, VAG, per cui i tuoi non dovrebbero presentare rischi. Ma il virus, che perlopiù si trasmette attraverso l’aria (da chi ne è affetto e tossisce, starnutisce o anche solo espira), può sopravvivere per ore o giorni a seconda del tipo di superficie, vestiti inclusi. Fino a 24 ore sul cartone, per esempio, il che significa che in questo caso il potenziale pericolo sta nella confezione, VAG, non nelle mutandine. Se l’ultima persona che maneggia il tuo pacchetto di aiuti – che so, il fattorino dell’UPS che glielo lascia davanti a casa – è affetto da coronavirus, il tuo fidanzato rischia di contagiarsi prendendo la scatola e poi toccandosi la faccia prima di lavarsi le mani. Io però penso che tu il pacchetto debba spedirglielo: solo, indossa i guanti mentre lo prepari, non spedirlo la sera per la mattina (l’aroma si manterrà per un paio di giorni), e ricorda al tuo fidanzato di lavarsi immediatamente le mani dopo che l’avrà aperto e buttato.

(Traduzione di Matteo Colombo)

Savage love è una rubrica di consigli sessuali e di coppia pubblicata su The Stranger.