06 agosto 2020 16:23

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Sono gay e sto con un uomo conosciuto qualche mese prima che scoppiasse il covid-19. È un gran bel tipo, intelligente, spiritoso, sexy, sano e rilassato. È cominciata con una scopata, ma c’era intesa a vari livelli e, senza che nessuno dei due dovesse dirlo, abbiamo iniziato a frequentarci. Viviamo entrambi da soli e abbiamo deciso di essere esclusivi a causa della pandemia. Sinceramente non so cosa stiamo facendo. È un misto di amicizia, sesso e matrimonio, tutto insieme. Era una cosa bella che volevo continuasse, ma ultimamente lui mi ha fatto uno sgambetto non da poco e ho bisogno di un consiglio per capire come muovermi. Di punto in bianco ha confessato di avermi tenuto nascosto il suo feticismo per i piedi. Dice che ha avuto pessime esperienze con gente a cui non piaceva. È una cosa che tiene per sé e che guarda su internet. Io ho gusti abbastanza soft e quella cosa non mi piace, ma so che un sacco di gente ha qualche feticismo e mi va di aiutare una brava persona. Ti leggo da tanto tempo, Dan, ed è importante per me essere un’amante capace, generoso e aperto a tutto. Così gli ho chiesto di spiegarmi cosa intendeva, e cosa vorrebbe fare: vuole massaggiarmi i piedi, lavarli, baciarli e succhiarmi le dita. Ok che a me non eccita, ma ogni tanto si può anche fare. Lui, per fortuna, non vuole che io ricambi. Ma non è finita. Fatico a credere di scriverlo davvero: mi ha chiesto se una volta ogni tanto mi faccio mettere lo smalto! E che cazzo! Lui quasi non riusciva a dirlo, e dopo sembrava quasi stesse male. Siamo due uomini convenzionali, a nessuno dei due piacciono le cose femminili. Lui dice che non è per femminilizzarmi, ma che semplicemente lo arrapa. So che i feticismi non hanno una spiegazione, ma tu hai idea di cosa ci sia dietro a questo? Io non ho avuto la minima reazione e dopo non ne abbiamo più parlato. E non è che ne vada fiero. Questa cosa mi spaventa e non so cosa pensare. Non voglio chiedergli esplicitamente se è il prezzo da pagare per stare con lui, perché mi sembra troppo.

– Freaked Out Over Terrific Person’s Erotic Revelation Vibe

Dal panico che ti ha preso, FOOTPERV, sembra che il poveretto le dita dei piedi voglia tranciartele, e masturbarsi mentre muori dissanguato. Calma. Vuole metterti lo smalto: come prezzo da pagare per un tipo intelligente, spiritoso e sexy è molto basso. Sì, ok: siete due uomini cis convenzionali e immagino convenzionalmente mascolini. Siccome non sapremo mai cosa gli abbia instillato questo specifico feticismo – i feticismi sono un vero mistero – prendiamolo per quel che è: una cosa che lo eccita – o almeno eccita il suo uccello – perché gli uomini come te non dovrebbero mettersi lo smalto ai piedi, né quelli come lui metterlo ad altri uomini, FOOTPERV, e questa piccola trasgressione alle norme di genere glielo fa rizzare. Perché? Perché sì. Non vale per tutti i feticismi, ma in questo caso la spiegazione più ovvia è anche la più probabile. Voltando pagina…

Dici che è un gran bel tipo, che ti piace stare con lui e che mi leggi da tanto. Questa risposta te la sarai aspettata: compra un cazzo di smalto e lascialo sul comodino dove può vederlo, dopodiché fatti dipingere queste cazzo di unghie. E poi se proprio ti fa schifo, FOOTPERV, se lo smalto ai piedi ti spaventa, o se davvero la tua mascolinità è così fragile da sbriciolarsi sotto il peso di una boccetta, non sei costretto a rifarlo.

Ma devo anche dirti che, come richiesta sessuale bizzarra, è davvero minima. Se tu soffrissi di claustrofobia e il tuo fidanzato volesse mummificarti, FOOTPERV, o usarti come urinatoio quando a te il pissing non piace, ti capirei su tutta la linea. Alcune richieste sessuali sono impegnative, e un buon amante è aperto a tutto entro certi limiti. Ci sono richieste sessuali troppo grandi, prezzi troppo salati e desideri che possono essere soddisfatti solo da chi li condivide. Ma questa richiesta – quel che il tuo coniuge da covid-19 vuole farti – rappresenta una richiesta piccola con un prezzo assai ridotto, FOOTPERV, in nessun modo paragonabile al farsi mummificare o usare come orinatoio. Fatti una bella canna, posa i piedi sulle ginocchia del brav’uomo e cerca di godere del piacere che dai.

Se il mio tono ti sembra insofferente, FOOTPERV, me ne scuso. Viviamo in una società profondamente avversa alla sessualità, che sia tradizionale o alternativa, e la nostra prima reazione, quando un partner ci rivela un suo feticismo, è spesso condizionata dal pensiero che ci siamo fatti sui feticismi in generale. Sul momento può capitare di non riuscire a distinguere le richieste ingenti e i prezzi salati da quelle piccole e a prezzi ridotti. Spero poi che tu ti renda conto del complimento che questo gran bel tipo intelligente, spiritoso e sexy ti ha fatto con la sua richiesta. Si è sentito abbastanza al sicuro da rivelarti una cosa per cui altri l’hanno giudicato e fatto vergognare. Accetta il complimento, compra quello smalto, paga il prezzo.

(Francesca Ghermandi)

Sono una trentasettenne uscita quasi tre anni fa da sei anni di relazione malata e violenta con un uomo che credevo di amare. Da quando l’ho mollato definitivamente, la mia vita ha cominciato a migliorare sotto molti aspetti. Sembra però che il mio desiderio sessuale, un tempo sostanzioso, sia svanito. È da quando ci siamo lasciati che non provo bisogni sessuali né attrazione per nessuno. Sinceramente credo di avere qualcosa che non va. Non riesco neppure a immaginare di avere di nuovo rapporti intimi. L’anno scorso mi sono vista un paio di volte con un uomo più giovane di me. Carino, e anche molto interessato alla sottoscritta, ma non mi è proprio scattata la scintilla. Non so come affrontare la situazione. Ogni consiglio è molto gradito.

– Just Another Gal

Può essere una coincidenza? A parte liberarti da un ex partner pericoloso e violento – cosa ben più difficile da fare di quanto si renda conto chiunque non abbia subìto abusi di coppia, sono felicissimo che te ne sia andata – tre anni fa è per caso successo qualcos’altro che può averti affondato la libido, JAG? Hai cominciato a prendere antidepressivi o ansiolitici? Forse un disturbo non diagnosticato, apparso più o meno contemporaneamente, ha creato uno squilibrio ormonale ammazzalibido? Sei passata a un nuovo anticoncezionale in vista del sesso che presto avresti fatto con uomini migliori, più simpatici, sexy e gentili?

Se non c’è altro, se non prendi antidepressivi o ansiolitici, se ti sei fatta controllare gli ormoni e sono a posto, e ad ammazzarti la libido non è stato un nuovo anticoncezionale, la risposta più ovvia è anche probabile sia quella giusta: a tre anni dalla fine di una relazione di abuso, JAG, ancora non hai superato il trauma. E il consiglio migliore è anche quello più scontato: trova uno psicologo o un consultorio che ti aiuti a superarlo e a ritrovare la sessualità. Un salto dallo psicologo te lo consiglierei comunque, anche se ti fai controllare gli ormoni, regoli il dosaggio degli psicofarmaci o cambi contraccettivo.

E se il pensiero di avere rapporti intimi con altri ti provoca ansia e stress, JAG, puoi comunque esplorare il sesso fai da te. Per rientrare in contatto con la tua sessualità non devi per forza aspettare il giovane fusto. Puoi leggere o scrivere racconti erotici, regalarti un costoso sex toy (hai visto quei nuovi vibratori che succhiano il clitoride?), guardare dei porno. Godere appieno del tuo corpo può essere il primo passo per godere di nuovo con gli altri.

(Traduzione di Matteo Colombo)

Savage love è una rubrica di consigli sessuali e di coppia pubblicata su The Stranger.