25 novembre 2020 16:48

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Io e il mio fidanzato siamo stati amici per un paio di anni (ne abbiamo entrambi 30, coppia gay), poi io ho smesso di viaggiare per il mondo e ho cominciato a fargli la corte. Adesso stiamo insieme da un anno e mezzo. Per il primo anno siamo stati felici e abbiamo fatto sesso con regolarità. Io preferisco i rapporti anali (da attivo), ma facevamo soprattutto sesso orale perché a lui quello anale non piace. Ci abbiamo provato un po’ di volte all’inizio, ma adesso, quando lo accenno, non mi sembra dell’idea, per cui lascio stare. Sei mesi fa ha cominciato ad avere problemi di erezione anche per il sesso orale. Dopo che è successo un paio di volte mi ha sostanzialmente detto: “Mi dispiace, è perché penso che la gente non sia attratta da me”. A quel punto il mio interesse per il sesso di coppia ha cominciato a scemare, e adesso non lo facciamo quasi più. Penso che nemmeno se mi proponesse un rapporto anale mi sentirei stimolato a fare sesso con lui. A parte questo stiamo benissimo, ma ho la sensazione di cominciare a vederlo più come un amico. Sono tre mesi che medito di lasciarlo, ma mi sentirei troppo in colpa per una serie di motivi: il suo ex lo ha lasciato senza spiegargli il motivo, e lui ha faticato ad accettarlo, in più si sente in imbarazzo per il suo peso. Non posso dirgli il vero motivo per cui voglio lasciarlo – che non sono più attratto da lui – perché temo che la sua salute mentale ne risenta (è in terapia). Se il sesso andasse bene sarei felice di rimanere in coppia, visto che tutto il resto funziona, e sono abbastanza sicuro che a lui il rapporto vada bene così com’è, il che rende ancora più difficile lasciarsi. Consigli?

–Promising Relationship Is Sexless Or Nearly So

L’assenza di sesso può andar bene al tuo fidanzato – magari è quello che vuole – ma non va bene a te, PRISONS, e non è quello che vuoi tu. Se poi lui è tanto insicuro del suo aspetto da non riuscire ad avere un’erezione con un uomo che è attratto da lui, difficilmente si sentirà abbastanza sicuro da aprire la coppia, il che significa che stare con lui e cercare il sesso altrove non è una soluzione praticabile. Perciò, a meno che tu non sia pronto a passare i prossimi cinquant’anni accanto a un uomo con cui non fai sesso per evitare di ferirlo, PRISONS, lo dovrai lasciare. Ma anziché dirgli “È finita perché non sono più attratto da te”, digli “È finita perché è chiaro che tra noi non c’è attrazione”. Potrebbe risponderti che è ancora attratto da te, PRISONS, e potrebbe anche essere vero, ma se è troppo insicuro per fare sesso – se le sue insicurezze sono un ostacolo così insormontabile – allora non è nelle condizioni di avere una relazione sessualmente esclusiva. Va da sé che, quando lo lascerai, dovrai farlo con la massima delicatezza, PRISONS, ma non sei tenuto a rimanere con lui per via delle sue insicurezze. È lui che è tenuto ad affrontarle in terapia prima di intraprendere una nuova relazione.

Illustrazione di Francesca Ghermandi

Un’amica ha appena scritto su Facebook di essere stata molestata da un tizio – a lei sconosciuto – per telefono. Molestata sessualmente. Lei ha messo giù e lo ha bloccato, ma non so come quello riusciva lo stesso a lasciarle messaggi e mandare sms. Adesso dice che ha scoperto come bloccare il numero definitivamente, e l’ha fatto. Mi ha dato il contatto del tizio, ed è un numero di Phoenix, in Arizona. La mia domanda è: esiste un qualche tipo di servizio per condividere il suo numero in modo che una valanga di alleati possa chiamarlo? O per farlo bersagliare dalle televendite? Insomma, per molestarlo finché non è costretto a cambiare numero? Non parlo di molestie sessuali, quelle sono cose che non augurerei a nessuno. Mi basta che non possa più usare il numero con cui adesso molesta il prossimo. Ricevo in continuazione chiamate-truffa in cui mi annunciano che ho vinto l’ennesima vacanza tutto spesato in un hotel Marriott (non so perché continuo a pagare l’affitto, con tutte le vacanze che ho vinto). C’è un modo per abbonare questo tizio a chiamate-truffa illimitate? A te o ai tuoi lettori vengono in mente altre soluzioni per condannare il suo numero al destino fastidioso/estenuante che merita? Mi piacerebbe segnalare il mio sostegno e la mia solidarietà a questa amica annunciandole la pioggia di rogne che sta per abbattersi sul numero di quello là.

–Sexual Harassment Unleashes Totally Unrelenting Phone Promotions

Mi spiace che la tua amica sia stata molestata da uno stronzo dotato di telefono, SHUTUPP, ma la controffensiva che hai in mente potrebbe ritorcersi contro di lei. Ti spiego: mettiamo che tu riesca a costringere lo stronzo a cambiare numero, ovvero che la tua campagna di molestie non sessuali mirate abbia successo. A quel punto che succede? Succede che lo stronzo si procura un nuovo numero. Resta comunque uno stronzo dotato di telefono, probabilmente lo stesso ma con un numero diverso. Poiché il nuovo numero non sarà quello che la tua amica ha bloccato, SHUTUPP, e poiché lui avrà ancora il numero della tua amica, potrà tranquillamente riprendere a molestare lei e chiunque altra abbia bloccato il numero vecchio. Può sembrarti poco appagante, ma la cosa migliore che la tua amica può fare, in questo caso, è quella che ha già fatto – bloccare lo stronzo – mentre quella che puoi fare tu è esprimerle la tua vicinanza e la tua solidarietà senza fare cose che peggiorino la situazione.

pubblicità

***

Poco tempo fa il mio matrimonio (dieci anni insieme) è naufragato. La mia ex moglie, che è una vera merda, mi ha detto che o me andavo io, o se ne andava lei. Me ne sono andato io, ma continuando a pagarle le bollette e l’affitto, oltre alle mie spese, per un anno. Avevamo deciso di non vedere altre persone finché non ci fossimo riconciliati o avessimo divorziato. In più di un’occasione è riuscita a convincermi che fossimo sul punto di riconciliarci. In pratica mi ha illuso. E invece purtroppo se la stava facendo con un “Dom” abbastanza vecchio che potrebbe essere suo padre, e la cosa andava avanti da ben prima che ci separassimo. Quando l’ho messa alle strette, mi ha detto di averlo fatto perché tu dici che a volte un tradimento può salvare la relazione. Ha quindi cercato di convincermi ad accettare un rapporto poliamoroso con loro due, ma a quel punto la fiducia era svanita. Sapendo che lo diceva solo per pararsi il culo, ho deciso di voltare pagina. Vorrei un tuo consiglio su cosa fare adesso, grazie.

–Your Fan The Quiet Mouse

Mi è capitato di dire che un tradimento a volte è “il minore dei mali” per tutti gli interessati. Ma dire che una certa cosa non sempre è l’ipotesi peggiore non significa sostenerla con entusiasmo. Ho anche detto che è una sciocchezza definire un tradimento “imperdonabile”, vista la frequenza con cui la gente tradisce. Ma dire che una cosa si può perdonare non equivale a dire che non è sbagliata. Anzi: le cose “non sbagliate” non hanno bisogno di essere perdonate. Ed è vero che ho detto che a volte un tradimento può salvare la coppia. Per esempio: chi ha un rapporto di coppia affettuoso e poco conflittuale ma privo di sesso, una volta esaurite tutte le altre opzioni (discussioni difficili, terapia di coppia ecc.), può decidere di tradire per “preservare il matrimonio e la salute mentale”. Non è il massimo, ovviamente, ma a volte consente a chi tradisce di mantenere un rapporto che nessuna delle parti in causa vuole interrompere. Tua moglie non ha fatto questo. Ha mentito e tradito, per poi ventilare una relazione dichiaratamente non monogama solo una volta sorpresa in flagrante e non dichiarata non monogamia. Se a volte può funzionare – ci sono coppie che da un tradimento doloroso riescono a creare relazioni aperte e sane – non è il genere di tradimento che di solito le salva. Quel che ha fatto tua moglie è il tipo di tradimento che, più spesso che no, la coppia la distrugge.

Scusami, sto precisando anziché rispondere alla tua domanda. Mi chiedi cosa fare adesso. Non sto a dirti che devi concederti di essere arrabbiato, perché mi sembra tu lo sia già abbastanza. Mi limito a consigliarti di affondare il muso in quello che provi. Chiedi agli amici di lasciarti sfogare liberamente per qualche mese. Dopo tre mesi, quando attaccherai con la tua ex, potranno gentilmente cambiare discorso; dopo sei potranno pretendere che tu parli d’altro; dopo un anno, se non sarai in grado di arrivare in fondo a un discorso senza rivangare per la milionesima volta il tuo divorzio, potranno bloccare il tuo numero. Dovrai inoltre mangiare tanto gelato e fare abbastanza esercizio da neutralizzarne gli effetti, YFTQM, nonché ripeterti ogni giorno che una ex che ti ha trattato di merda non non ti autorizza a trattare di merda la prossima donna con cui starai.

(Traduzione di Matteo Colombo)

Savage Love è una rubrica di consigli sessuali e di coppia pubblicata su The Stranger.