Sommario

22/28 aprile 2016 • Numero 1150

Xi Jinping, il nuovo imperatore

Il presidente cinese è il leader più potente e autoritario dopo Mao. E non tutti a Pechino sono contenti 

22/28 aprile 2016 • Numero 1150

Russia

Educazione criminale

Čita si trova in un angolo remoto della Russia. Qui è la criminalità a dettare legge. Con i suoi codici, i suoi riti e le sue violenze ha plasmato la vita di un’intera comunità. E il futuro di migliaia di adolescenti

Economia

Oggi lavoro da casa

Dare la possibilità ai dipendenti di lavorare quando e dove vogliono permette di conciliare l’ufficio con la vita personale. Ma richiede cambiamenti profondi nelle aziende

pubblicità

Portfolio

Ragazzi contro

Diciotto anni dopo la fine del conflitto in Irlanda del Nord, a Belfast le divisioni tra repubblicani e lealisti non sono state superate. Il reportage di Stephen Dock

Ritratti

Sergio. Vibrazioni cubane

A Cuba è proibito importare sex toy e materiale pornografico di ogni genere, ma la domanda è alta. Così uno studente ha deciso di sfidare la legge e ha messo su una fiorente attività clandestina 

Viaggi

Nel centro della Terra

Dentro un cratere vulcanico, a 120 metri di profondità. Alla scoperta dell’Islanda, delle sue cascate e delle sue terme, sotto il sole di mezzanotte 

pubblicità

Graphic journalism

Cartolina da Kos

Di Olivier Kugler

Pop

La verità dell’arte falsa

Di Noah Charney

Americhe

Per Hillary Clinton arriva la parte più difficile

Ha battuto Bernie Sanders nelle primarie di New York e quasi certamente sarà la candidata dei democratici alle presidenziali. Ma non è detto che i sostenitori di Sanders voteranno per lei

Europa

Germania e Turchia divise dalla satira

Invocando un vecchio articolo del codice penale tedesco, il presidente turco ha chiesto l’incriminazione di un comico che lo aveva criticato in tv. Un’intromissione inaccettabile, scrive Politico

Africa e Medio Oriente

Gli egiziani tornano in piazza

Il 15 aprile i movimenti di opposizione hanno contestato la cessione della sovranità di due isole del mar Rosso all’Arabia Saudita. E hanno chiesto la fine del regime di Al Sisi

pubblicità

Africa e Medio Oriente

La sfida del Gambia al regime di Jammeh

La manifestazione  del 14 aprile è stata repressa con la forza e un leader dell’opposizione è morto in carcere. Ma le proteste non si fermeranno, afferma Gainako

Asia e Pacifico

I nemici del Bangladesh laico

Negli ultimi due anni sono stati uccisi sette blogger laici. Manca la volontà politica di impedire questi omicidi, scrive Ananya Azad, che è stato minacciato e ha dovuto lasciare il paese

Cultura

L’occhio di Bamako

È morto Malick Sidibé, grande fotografo del Mali. Con i suoi ritratti ha segnato lo stile e l’identità del paese

Scienza e tecnologia

Polvere di stelle in fondo al mare

I sedimenti nei fondali marini rivelano la storia delle esplosioni stellari, comprese quelle che potrebbero aver cambiato il clima terrestre e contribuito all’evoluzione umana

Scienza e tecnologia

Un’esplosione di bot

I bot imitano la conversazione tra le persone e sono sempre più diffusi nelle app per scambiarsi messaggi. Vogliono facilitare il modo in cui interagiamo con internet, ma sono davvero utili?

pubblicità

Economia e lavoro

Il paradiso fiscale più sicuro del mondo

Lo scandalo dei Panama papers non ha coinvolto nessun imprenditore o leader politico del paese dove è più facile eludere o evadere il fisco: gli Stati Uniti
 

Editoriali

Il prezzo del petrolio per il clima

Eric Frey, Der Standard, Austria

Editoriali

Un altro anno di guerra afgana

Dawn, Pakistan

Opinioni

Famiglie in trasferta

Da un anno io, mio marito e mio figlio ci siamo trasferiti in Canada: è giusto far crescere un bambino lontano dai nonni?

Opinioni

La finta rivoluzione

Ora che i giovani governano, di gioventù rivoluzionaria non si parla più granché. Eppure da che mondo è mondo, i giovani hanno bisogno di credere che riusciranno a buttare giù tutto e a rifare ogni cosa punto e daccapo

pubblicità

Opinioni

L’utopia pragmatica del reddito di base

Cosa fareste se qualcuno vi desse qualche centinaio di euro al mese da spendere come vi pare? Lascereste il lavoro? Fareste un corso e cerchereste un impiego migliore? Passereste più tempo con i figli?

Opinioni

Cos’abbiamo imparato dalle guerre dei Balcani

Sono passati venticinque anni dall’inizio della guerra in Croazia. Per chi come me è stato giornalista in Croazia e poi in Bosnia, la famosa espressione “sembra ieri” è dolorosamente vera

Opinioni

La difficoltà di trovarsi

Non poi tanto piccolo, questo romanzo è in versi e diviso in tre parti, due “piccoli romanzi” degli anni novanta e dei primi duemila e I confini del paradiso, uscito nel 2004

Opinioni

Oltre l’assistenza

La crisi ha reso ovunque la maggior parte delle persone più povere di quanto lo fossero dieci anni fa, rilanciando la discussione su quali misure adottare per contrastare la povertà e rilanciare l’economia

Opinioni

Imperfetti conosciuti

Ben Watt, Tiromancino, Akkura

Opinioni

Qualche risata li seppellirà?

Le Monde (16 aprile) ha segnalato una nuova messa in scena di Djihad, una pièce di Ismaël Saidi. Di nuovo, stavolta a Trappes, un piccolo borgo della regione parigina con meno di 30mila abitanti, lo spettacolo ha fatto il pieno di centinaia di liceali musulmani e non

La settimana

Esperimento

“In un sistema sociale sano, i Panama papers avrebbero dovuto rappresentare un punto di svolta”, ha commentato Fredrik deBoer su Foreign Policy, invece per molti “è stato come sentirsi dire dai genitori che Babbo Natale non esiste: la conferma di un sospetto covato da tempo”.

In copertina

Il nuovo imperatore

Capo del partito, dello stato e delle forze armate, Xi Jinping controlla l’economia, le riforme, la politica estera e la sicurezza. È il leader più potente e autoritario dopo Mao. E non tutti a Pechino sono contenti

Brasile

Un paese senza identità

Dilma Rousseff e il suo Partito dei lavoratori sono vittime, ma hanno anche delle responsabilità. E dovrebbero riconoscerle, se vogliono rifondare la sinistra 

Visti dagli altri

Gli effetti perversi dei centri per migranti voluti dall’Unione europea

Si chiamano hotspot e sono nati per favorire l’identificazione di chi sbarca sulle coste del Mediterraneo, ma in realtà non funzionano come dovrebbero

Iran

L’armata degli invisibili

In Iran vivono tre milioni di afgani e molti sono immigrati irregolari. In migliaia sono andati a combattere in Siria, come volontari o costretti da Teheran

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.