Sommario

626 (27 gennaio / 2 febbraio 2006)

Pillole amare

In Asia e in Africa il 50 per cento dei farmaci è contraffatto. È un traffico che fa guadagnare miliardi di dollari al racket e uccide migliaia di persone ogni anno. Ma le case farmaceutiche lo tengono nascosto per non perdere quote di mercato

626 (27 gennaio / 2 febbraio 2006)

Fumetti

Eko-moda

Un fumetto di Aleksandar Zograf

Al Jazeera nel mirino

Se Colin Powell non se la sente di dire: “Questa notizia è falsa”, vuol dire che sta cercando d’insabbiarla. Leggi

pubblicità

In copertina

Pillole amare

Viaggi

La piccola Odessa

Da Manhattan all’Unione Sovietica degli anni settanta bastano due dollari e un’ora di treno. Fermata: Brighton Beach

Visti dagli altri

Il candidato con la memoria corta

Il contratto con gli italiani del 2001 è rimasto in gran parte disatteso. Berlusconi non dovrebbe candidarsi alle prossime elezioni, scrive la Neue Zürcher Zeitung

pubblicità

Vigilia elettorale

A Cuba tutti gli sguardi erano rivolti alle elezioni statunitensi. La politica di plaza de la Revolución è per definizione contraria a quella di Washington Leggi

Opinioni

Spirito di squadra

Americhe

I buoni propositi di Bush per il 2006

Africa

“Gli africani andranno verso l’occidente? Diventeranno scomposti, pedagogici, romantici, depressivi, maniaci del tutto sotto controllo? Crederanno nella privacy, nelle vacanze, nei progetti, nella testa proiettata verso l’avvenire e mai nel presente dov’è? Si vergogneranno della deperibilità dei corpi, del vecchiume, degli scarti, del rimediato, dell’aggiustato?”. Sono gli appunti di un viaggio in Africa che Gianni Celati fece nel 1997 e pubblicati in Avventure in Africa (Feltrinelli 2001). Ne parla Claudio Sabelli Fioretti sul suo blog. In questi giorni è in Africa, in vacanza, e riesce ad aggiornare quasi quotidianamente il suo sito. Adesso è a Mopti, in Mali, “città vivacissima, un mercato coloratissimo, un porto fluviale impressionante per attivismo. Trovo un internet point e scopro che Berlusconi litiga con i suoi alleati. Chiudo il collegamento. Non vorrei che mi arrivasse addosso una dichiarazione di Lunardi”. Leggi

Mongolia

Inverno mongolo

La giovane democrazia mongola affronta una complessa crisi politica. Ma i suoi problemi principali restano povertà, disoccupazione e corruzione

pubblicità

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

Società

Storie vere, cruciverba, cucina e altro

Opinioni

Io amo Billy Wilder

Colombia

La guerra invisibile

Gli Stati Uniti combattono il narcotraffico con sostanze chimiche che distruggono tutti i raccolti, non solo quelli di coca, e sono dannose per la salute

Liechtenstein

Manager all’altezza

Nel piccolo principato europeo si vive all’insegna della sobrietà e della discrezione. E le banche ringraziano

pubblicità

Europa

Grande incertezza dopo Rugova

Opinioni

L’immunità di Teheran

Opinioni

Casalinghe alla cinese

Opinioni

Il sapore dell’inverno

Ritratto

Jeff Skoll. Il produttore militante

È diventato miliardario con eBay, inventando le aste su internet. Ma il suo sogno era cambiare il mondo attraverso il cinema. Così ha deciso di produrre film per riportare la politica a Hollywood

pubblicità

Opinioni

Tessere

Scienza e tecnologia

Un mondo di idee pericolose

Africa e Medio Oriente

La prossima crisi africana

Attualità

Munich, storia di un fallimento

Il nuovo film di Steven Spielberg sulla strage di Monaco del 1972 scontenterà tutti: israeliani, palestinesi e americani. Perché condanna la politica della vendetta e la guerra al terrorismo di Washington

Opinioni

Il numero: 2,8

Opinioni

Cittadini in ostaggio

Opinioni

La vittoria dei mediocri

Opinioni

La parola: attrattore

Opinioni

Sull’orlo della rottura

Economia e lavoro

Scatti di valore

Asia e Pacifico

Il sol calante di Livedoor

Portfolio

Cercando Dio

Le foto di Riccardo Venturi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.