Elezioni

Nelle elezioni egiziane Al Sisi sfida Al Sisi

Le elezioni del 26 marzo sono accusate di essere una farsa. Il presidente uscente si presenta senza avversari, ma nel paese i semi che hanno portato alla rivoluzione del 2011 non sono spariti. Leggi

Un’illusione di nome Putin

Dopo 18 anni di potere, il presidente è ancora un volto rassicurante in un paese in transizione, traumatizzato dai cambiamenti vissuti nell’ultimo secolo. Leggi

pubblicità
Russia

Vladimir Putin è talmente forte e popolare che ha il problema di come vincere senza esagerare, per evitare un risultato così schiacciante da diventare imbarazzante. Leggi

Essere amici di Salvini

Tieni il Vangelo a portata di mano per i giuramenti last minute. Leggi

Il laboratorio politico di Genova

A Genova l’estrema destra e i neofascisti stanno cercando di conquistare il voto degli astensionisti. Ma i collettivi cittadini resistono. Leggi

pubblicità
Senza più avversari, Putin si avvia a un quarto mandato presidenziale

Dopo aver neutralizzato il leader dell’opposizione, Aleksej Navalnyj, il presidente russo non ha più avversari credibili. I candidati rimasti servono solo a dare una parvenza di regolarità al voto. Leggi

La campagna elettorale più strana della storia d’Italia

Populismo, promesse fiscali, toni moderati con gli avversari. Il 4 marzo dalle urne non uscirà una maggioranza di governo e i tre schieramenti cercano di scongiurare l’astensionismo più alto di sempre. Leggi

L’Egitto resiste ricordando la rivoluzione

Il 26 e 28 marzo 2018 si terranno le elezioni presidenziali in un contesto di dura dittatura militare che non cerca neanche più una parvenza democratica. Per gli attivisti egiziani, è tempo di ricordare le ragioni profonde della rivoluzione. Leggi

Il presidente egiziano non vuole avversari

Il generale Abdel Fattah al Sisi prepara il terreno per una sua rielezione alla guida dell’Egitto il prossimo marzo, facendo arrestare i suoi oppositori. Leggi

Al voto tra molte novità

A tre mesi circa dalle elezioni legislative fissate per il 12 maggio, la mappa politica irachena è piena di sorprese. Leggi

pubblicità
Tre scenari politici per l’Italia del 2018

Il 2017 è stato un anno strano. Il paese sembra in ripresa, ma non si può dire lo stesso dei suoi partiti politici. Leggi

I giovani sindaci neri che vogliono cambiare gli Stati Uniti

Le ultime elezioni statali e locali hanno dimostrato il potenziale politico di una coalizione emergente formata da donne, neri, ispanici e attivisti lgbt. Leggi

Il dilemma dei socialdemocratici tedeschi

Martin Schultz non vuole riportare il partito in una posizione di minoranza in una coalizione con Angela Merkel. Ma l’interesse nazionale potrebbe prevalere. Leggi

Ad andare a votare si impara da piccoli

Per combattere l’astensionismo, bisogna ricordare che più i bambini crescono sviluppando competenze sociali, più da adulti saranno propensi ad andare a votare. Leggi

Il mondo in breve

Elezioni in Kenya, la Catalogna cerca una via d’uscita, l’Italia condannata per Bolzaneto: cos’è successo nel mondo. Leggi

pubblicità
Le elezioni austriache sono una prova generale per tutta l’Europa

La campagna elettorale per il voto del 15 ottobre è stata velenosa. E il risultato potrebbe essere molto amaro, non solo per l’Austria. Leggi

La lingua scelta dai politici keniani rivela le loro vere intenzioni

L’inglese è la lingua dell’elite, mentre lo swahili viene usato per consegnare agli elettori un messaggio semplificato e lontano dalla realtà. Leggi

La campagna elettorale austriaca senza esclusione di colpi 

Il 15 ottobre in Austria si svolgono le elezioni politiche. In testa ai sondaggi c’è Sebastian Kurz, giovane leader conservatore che corteggia nazionalisti e xenofobi. Leggi

I tedeschi votano per Angela Merkel ma senza passione

Oggi il paese è più stabile economicamente ma socialmente è più frammentato di quanto sembri, e questo si rifletterà nei risultati del voto del 24 settembre. Leggi

Un evento perdibile

Nei seggi elettorali le urne sembrano bacini che di acqua ne vedono sempre meno. Una volta si diceva: le elezioni comunali sono molto partecipate. Macché. Leggi

pubblicità