Elezioni

In Iran gli elettori delusi voteranno per i conservatori?

Il moderato Rohani è circondato da scetticismo e scontento. Chi l’ha votato nel 2013 potrebbe disertare le urne, aiutando il conservatore Ebrahim Raisi. Leggi

L’Iran si prepara a eleggere il nuovo presidente

Il 19 maggio si vota per eleggere il prossimo presidente della repubblica. Ecco le regole per presentarsi, i candidati e i programmi. Leggi

pubblicità
In Iran i riformisti scelgono il male minore

I due principali leader del fronte riformista iraniano hanno annunciato pubblicamente che appoggeranno la rielezione del presidente Hassan Rohani. Leggi

Il debito di Macron verso i francesi

Nella battaglia finale, la repubblica vince. Sconvolta, incrinata, scossa da un partito dell’intolleranza. Ma in definitiva una certa idea di libertà ha resistito. Leggi

Emmanuel Macron è una vittoria anche per l’Europa

Il nuovo presidente francese arriva nel momento adatto perché la popolarità dell’Unione europea è in calo e Macron è un convinto europeista. Leggi

pubblicità
Emozioni elettorali

I conduttori televisivi annaspano per trasformare le loro trasmissioni in thriller con punte alte di suspense specialmente a ridosso delle interruzioni pubblicitarie. Leggi

Carta

Piccola nota a margine delle elezioni francesi. Negli ultimi anni, la vita politica della Francia è stata segnata da due giornali. Leggi

Dopo l’attentato di Parigi i giornali francesi chiedono calma e attenzione

L’attacco terroristico della sera del 20 aprile a Parigi spinge i quotidiani francesi a chiedersi quale sarà la sua influenza sulle elezioni presidenziali del 23 aprile. Leggi

I selvaggi, romanzo premonitore della Francia che si prepara al voto

In un periodo di grande attesa preelettorale per la Francia, esce la traduzione in italiano del primo volume del romanzo-fiume I selvaggi di Sabri Louatah, che ipotizza la candidatura alla presidenza di un arabo, musulmano e brillantissimo. Potrebbe sembrare una finzione estrema, ma anche l’eventualità che possa vincere una donna bianca e xenofoba è altrettanto poco credibile. Leggi

Il dibattito che non c’è: la politica estera della Francia

È uno dei grandi paradossi della campagna elettorale francese che sta per chiudersi: la politica estera della Francia non è stata oggetto di alcun dibattito approfondito, eppure costituisce una delle linee di demarcazione più significative tra i candidati. Leggi

pubblicità
Venticinque premi Nobel per l’economia attaccano le politiche antieuropeiste di Marine Le Pen
Venticinque premi Nobel per l’economia attaccano le politiche antieuropeiste di Marine Le Pen. In una lettera pubblicata da Le Monde, gli economisti protestano contro la strumentalizzazione delle loro idee da parte della candidata del Front national alle presidenziali francesi. A sei giorni dal primo turno, un comizio di Le Pen è stato più volte interrotto da alcune proteste, ma la leader del Fn ha ribadito le sue posizioni: “Una volta eletta presidente, ristabilirò immediatamente le frontiere”.
Strategia

L’ultima settimana di campagna elettorale francese si annuncia avvincente. Se i sondaggi sono giusti, i due partiti che da trentacinque anni dominano la vita politica, socialisti e gollisti, potrebbero non arrivare al secondo turno del 7 maggio. Leggi

Il centrista Emmanuel Macron e la candidata del Front national, Marine Le Pen, sono pari nei sondaggi per le presidenziali francesi.
Il centrista Emmanuel Macron e la candidata del Front national, Marine Le Pen, sono pari nei sondaggi per le presidenziali francesi. Secondo un’inchiesta dell’istituto Elabe, realizzata all’indomani del dibattito televisivo tra tutti gli 11 candidati al primo turno, entrambi i candidati il 23 aprile otterrebbero il 23,5 per cento dei voti. In terza posizione il candidato conservatore François Fillon, al 19 per cento, seguito da Jean-Luc Mélenchon, l’esponente della sinistra radicale: con il 17 per cento, Mélenchon ha guadagnato 7 punti in due mesi. Benoît Hamon, il candidato socialista, otterrebbe appena il 9 per cento. Secondo il sondaggio l’affluenza alle urne dovrebbe attestarsi al 64 per cento e due elettori su tre si dicono ormai sicuri della propria scelta.
Chi è Lenín Moreno, il nuovo presidente socialista dell’Ecuador

Un ritratto del socialista Lenín Moreno, in testa alle elezioni presidenziali del 2 aprile in Ecuador. Conosciuto per il suo temperamento affabile e la sua capacità di dialogo, lotta da anni in difesa dei diritti dei disabili. Sarà il primo presidente dell’Ecuador sulla sedia a rotelle. Leggi

I programmi dei cinque candidati alla presidenza francese

I cinque principali candidati alle presidenziali francesi si sono confrontati il 20 marzo in un dibattito televisivo in vista del primo turno elettorale, che si terrà il 23 aprile. Ecco le loro posizioni su immigrazione, istruzione, fisco, giustizia, ambiente, lavoro, protezione sociale, terrorismo. Leggi

pubblicità
L’olandese Jesse Klaver ha un messaggio per l’Europa

Uno dei risultati più significativi delle elezioni olandesi del 15 marzo è il successo ottenuto dal GroenLinks, guidato dal trentenne Jesse Klaver che ha fatto una campagna elettorale all’insegna della tolleranza e dell’apertura, in un clima dominato dalla retorica anti immigrazione. Leggi

I Paesi Bassi frenano i nazionalisti, ma il paese è più diviso che mai

Questa mattina i grandi mezzi d’informazione olandesi e internazionali hanno accolto con entusiasmo i risultati delle elezioni legislative nei Paesi Bassi. Finalmente una vittoria “contro il populismo”, dopo la Brexit e l’elezione di Donald Trump. La valanga di voti annunciata per Geert Wilders non c’è stata. Eppure, guardando la situazione da vicino, ci si rende conto che le cose sono un po’ più sfumate. Leggi

La parola agli elettori olandesi

Mercoledì 15 marzo i cittadini olandesi sono chiamati alle urne per rinnovare il parlamento. Un’elezione importante, anche perché è osservata da tutto il mondo per l’affermazione o meno dei partiti di estrema destra nei Paesi Bassi. Leggi

Perché Marine Le Pen potrebbe vincere le presidenziali francesi

Il nervosismo dei mercati obbligazionari e i sondaggi sempre più incerti hanno risvegliato i timori che in Francia Marine Le Pen venga eletta presidente questa primavera. Ma è davvero possibile? E a quali condizioni? Leggi

In Francia i giornali si alleano contro le notizie false in vista delle elezioni

Il social network attiverà in Francia un dispositivo che permette ai suoi utenti di segnalare le informazioni che ritengono essere false. Queste potranno poi essere verificate da testate partner, come Le Monde. Leggi

pubblicità