Slovacchia

Slovacchia

Capitale
Bratislava
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Euro
Superficie
Il mondo in breve

L’Europa chiede il ricollocamento dei rifugiati, un piano per la Brexit, il Louvre Abu Dhabi: cos’è successo oggi nel mondo. Leggi

I leader di 27 paesi europei sono pronti a cominciare le trattative per la Brexit.
I leader di 27 paesi europei sono pronti a cominciare le trattative per la Brexit. L’ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk al termine del vertice del 16 settembre in Slovacchia, al quale non erano presenti i rappresentanti del Regno Unito. All’ordine del giorno le questioni della sicurezza e della difesa europea. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ammesso che l’unione si trova in una “situazione critica”.
pubblicità
Le piscine di Mária Švarbová

Con il progetto Where time stands still, la fotografa slovacca Mária Švarbová crea delle istantanee fuori del tempo di luoghi familiari a molti di noi: le piscine pubbliche. Leggi

Robert Fico incaricato di formare il governo in Slovacchia.
Robert Fico incaricato di formare il governo in Slovacchia. Il presidente slovacco Andrej Kiska ha incaricato il primo ministro Robert Fico di formare un nuovo governo dopo le elezioni che si sono svolte sabato 5 marzo. La consultazione elettorale ha fatto segnare un passo indietro del partito socialdemocratico, guidato da Fico, che ha perso la maggioranza in parlamento pur rimanendo il partito più votato nel paese.
In Slovacchia il premier anti immigrazione cerca alleati per governare
In Slovacchia il premier anti immigrazione cerca alleati per governare. Il partito socialdemocratico del primo ministro Robert Fico è stato il più votato alle elezioni legislative di ieri, ma ha ottenuto solo 49 seggi su 150 (nel 2012 ne aveva conquistati 83). La campagna elettorale di Fico si è centrata sul respingimento dei profughi, con posizioni affini all’estrema destra ungherese.
pubblicità
La Slovacchia al voto per le elezioni legislative
La Slovacchia al voto per le elezioni legislative. I socialdemocratici guidati dal premier Robert Fico sono favoriti, ma potrebbero perdere la maggioranza assoluta. La questione dei migranti ha centrato la campagna elettorale: come quello ungherese, il governo slovacco è contrario alla ridistribuzione di richiedenti asilo tra i paesi europei.
In Europa la destra populista approfitta dei profughi per conquistare voti

In tutta Europa, i movimenti populisti e nazionalisti basano le loro campagne elettorali sulle difficoltà legate alla presenza e all’accoglienza dei profughi. Dai leader di governo come l’ungherese Viktor Orbán a leader di partito come Marine Le Pen o Christian Estrosi in Francia, si assiste una riconfigurazione complessiva dei discorsi politici e ad accostamenti inediti tra la destra e l’estrema destra. Leggi

I governi europei cercano un accordo sul sistema delle quote

Oggi si incontrano a Praga i ministri degli esteri dei paesi europei contrari al sistema di quote per la ridistribuzione dei richiedenti asilo in Europa. Martedì a Bruxelles i ministri dell’interno dell’Unione discuteranno sulla possibilità di multare gli stati che rifiutano la proposta di Juncker, alla vigilia di un summit straordinario dei capi di stato e di governo. Leggi

Cosa sta succedendo ai migranti in Germania e negli altri paesi della rotta balcanica

Il cancelliere austriaco Werner Faymann ha annunciato di aver mandato 2.200 militari lungo il confine con l’Ungheria, per presidiare militarmente la frontiera attraversata dai migranti. Nel 2015 la Germania si prepara all’arrivo di un milione di profughi. Leggi

Sette morti nello scontro tra due aerei di paracadutisti in Slovacchia.
Sette morti nello scontro tra due aerei di paracadutisti in Slovacchia. A bordo c’erano 40 paracadutisti civili. Sette sono morti. Gli altri sono riusciti a lanciarsi prima dell’impatto. Stavano facendo le prove per uno spettacolo aereo, vicino al villaggio di Cerveny Kamen, a 32 chilometri da Bratislava, non lontano dal confine con la Repubblica Ceca.
pubblicità
In Slovacchia fallisce il referendum contro i matrimoni omosessuali

In Slovacchia è fallito un referendum per rafforzare un divieto costituzionale sul matrimonio tra persone dello stesso sesso e l’adozione da parte delle coppie omosessuali, perché non è stato raggiunto il quorum. Ai seggi si è presentato solo il 21,4 degli aventi diritto al voto, molto al di sotto del 50 per cento necessario per rendere valido il referendum.

Il 90 per cento dei votanti si è espresso a favore della modifica costituzionale introdotta nel 2014, che definisce il matrimonio un’unione tra un uomo e una donna e vieta il matrimonio tra persone dello stesso sesso e l’adozione da parte delle coppie omosessuali.

I liberali e le associazioni per la difesa dei diritti degli omosessuali avevano esortato la popolazione a boicottare il voto. Il referendum era stato indetto dall’Alleanza per la famiglia, un gruppo di associazioni sostenuto dalla chiesa cattolica. Bbc, Al Jazeera

Camminare su un lago ghiacciato

Due escursionisti camminano su un lago ghiacciato in Slovacchia. Leggi