Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Capitale
Praga
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Corona ceca
Superficie
La Repubblica Ceca è un’altra sfida per la democrazia europea

Con le elezioni del 20 e 21 ottobre il paese potrebbe seguire le orme della Polonia e dell’Ungheria, passando da una democrazia a un regime autoritario. Leggi

Le radici del nazionalismo nella nuova Europa

Lo scontro tra i paesi dell’Europa occidentale e quelli centrorientali sui valori della democrazia ha motivi storici, però è anche frutto di manipolazioni politiche. Leggi

pubblicità
Il presidente della Repubblica Ceca Miloš Zeman annuncia che si ricandiderà nel 2018.
Il presidente della Repubblica Ceca Miloš Zeman annuncia che si ricandiderà nel 2018. Zeman, che ha promosso un miglioramento dei rapporti con la Russia e ha sostenuto la candidatura di Donald Trump, ha comunicato la sua decisione di ricandidarsi alla cerimonia di anniversario della sua elezione nel castello di Praga. Il settantaduenne ha vinto le elezioni nel 2013 e rimane il politico più popolare del paese, in buona posizione per le elezioni del prossimo anno.
Pesca notturna
Autunno sulle rocce
pubblicità
Ponte praghese
Tuffi da competizione
Registrato il primo caso di virus zika in Repubblica Ceca
Registrato il primo caso di virus zika in Repubblica Ceca. Le autorità locali hanno confermato il contagio, ma non hanno ancora detto se sia trattato di una persona che aveva viaggiato all’estero. Lo zika, trasmesso dalle zanzare, è pericoloso per le donne incinte perché provoca malformazioni nei neonati. Il 1 febbraio è stato dichiarato emergenza internazionale dall’Organizzazione mondiale della sanità.
Cinque sciatori uccisi da una valanga nel Tirolo austriaco.
Cinque sciatori uccisi da una valanga nel Tirolo austriaco. La polizia non ha precisato se si tratta di un bilancio definitivo. La valanga, che si è staccata in una valle delle Alpi a sud di Innsbruck, ha investito un gruppo di 18 turisti di nazionalità ceca.
L’Onu accusa la Repubblica Ceca di commettere abusi sui migranti.
L’Onu accusa la Repubblica Ceca di commettere abusi sui migranti. Secondo le Nazioni Unite, la Repubblica Ceca tiene i migranti, bambini compresi, in stato di fermo fino a 90 giorni e li sottopone a perquisizioni forzate, spesso confiscando soldi. L’Onu si è detto preoccupato anche per i discorsi islamofobi del presidente ceco Miloš Zeman.
pubblicità
I governi europei cercano un accordo sul sistema delle quote

Oggi si incontrano a Praga i ministri degli esteri dei paesi europei contrari al sistema di quote per la ridistribuzione dei richiedenti asilo in Europa. Martedì a Bruxelles i ministri dell’interno dell’Unione discuteranno sulla possibilità di multare gli stati che rifiutano la proposta di Juncker, alla vigilia di un summit straordinario dei capi di stato e di governo. Leggi

Cosa sta succedendo ai migranti in Germania e negli altri paesi della rotta balcanica

Il cancelliere austriaco Werner Faymann ha annunciato di aver mandato 2.200 militari lungo il confine con l’Ungheria, per presidiare militarmente la frontiera attraversata dai migranti. Nel 2015 la Germania si prepara all’arrivo di un milione di profughi. Leggi

Bianco e nero
Un giro sul fiume
Cinque cittadini cechi dispersi in Libano

Cinque cittadini della Repubblica Ceca e il loro autista libanese risultano dispersi in Libano. L’ha annunciato il ministero dell’interno di Praga. Le sei persone non sono rintracciabili da quando la loro automobile è stata trovata abbandonata vicino alla città di Kafraiya, nell’est del paese.

I loro passaporti, soldi e macchine fotografiche sono stati trovati dentro il veicolo. Il governo ceco non ha diffuso le loro identità per non compromettere le indagini.

pubblicità
La battaglia delle cinque armate

A Doksy, un villaggio nella Repubblica Ceca, gli appassionati della trilogia dello Hobbit hanno messo in scena la battaglia delle cinque armate, narrata nel terzo capitolo finale del romanzo, scritto da J.R.R. Tolkien e pubblicato nel 1937.

Tuffo di gioia
I bambini rom vittime di razzismo nella Repubblica Ceca

Amnesty international ha accusato la Repubblica Ceca di “razzismo” e di discriminazioni nei confronti dei minori rom. In un rapporto pubblicato giovedì l’organizzazione non governativa afferma che i bambini rom sono vittime di discriminazioni quotidiane e di segregazione nelle scuole, a causa dell’incapacità di lunga data del governo ceco “di affrontare e combattere i pregiudizi, profondamente radicati nel sistema educativo del paese”. I bambini rom infatti spesso frequentano classi e istituti separati da quelli frequentati dagli altri bambini. “Amnesty international ha rilevato che i bambini rom sono abitualmente inseriti in scuole per allievi con ‘lievi disabilità mentali’ con ridotte possibilità di apprendimento”.

Circa un terzo degli alunni in queste cosiddette scuole pratiche sono rom, nonostante la comunità rom rappresenti meno del 3 per cento della popolazione della Repubblica Ceca. La Repubblica Ceca fa parte dell’Unione europea dal 2004, nel paese vivono tra i 250mila e i 300mila rom, su una popolazione di 10,5 milioni di abitanti. “Sono anni che il governo ceco non affronta questo problema in modo appropriato e ciò non solo viola le leggi comunitarie e il diritto internazionale dei diritti umani, ma limita le opportunità di vita di decine di migliaia di cittadini cechi. Chiamiamolo con il suo vero nome: è razzismo, puro e semplice”, afferma Amnesty.

Si sarebbe ucciso il responsabile della sparatoria in Repubblica Ceca

L’uomo che ha aperto il fuoco in un ristorante a Uherský Brod, nell’est della Repubblica Ceca, è stato identificato come un abitante del luogo di 60 anni con problemi psichiatrici. Lo ha dichiarato Patrik Kuncar, il sindaco della città. Le vittime sarebbero otto o nove, a seconda delle fonti. Secondo alcune informazioni, l’uomo che ha aperto il fuoco si sarebbe ucciso. Reuters

Nove morti in una sparatoria in un ristorante nell’est della Repubblica Ceca

La televisione pubblica della Repubblica Ceca ha riferito che nove persone sono morte quando un uomo armato ha aperto il fuoco in un ristorante a Uherský Brod, nell’est del paese. Il portavoce della polizia ha dichiarato che la sparatoria ha avuto luogo alle 13 ora locale e che il responsabile è stato fermato, senza però confermare il numero delle vittime. Afp

pubblicità