Sommario

831 (28 gennaio / 4 febbraio 2010)

Internet ergo sum

La rete ha cambiato la nostra vita e il nostro modo di pensare?

831 (28 gennaio / 4 febbraio 2010)

Talento

Geoff Colvin, un giornalista statunitense, ha scritto un libro in cui sostiene che il talento è sopravvalutato. Quello che conta è l’impegno consapevole, intenzionale, costante e prolungato per raggiungere un determinato obiettivo. Prove alla mano, Colvin dimostra che da Mozart a Tiger Woods, passando per Picasso, tutti quelli che vengono comunemente considerati dei geni hanno in realtà raggiunto i loro straordinari risultati solo dopo anni e anni di intenso impegno. Il loro talento non era innato, ma acquisito. Come nel caso di Steve Jobs, il fondatore e capo della Apple. Non è un genio, ma un abile uomo di marketing. Che per mesi è riuscito a far parlare mezzo mondo di un prodotto che non esisteva. Fino a mercoledì scorso, quando finalmente ha presentato un nuovo tipo di computer portatile. Dicono che cambierà il modo in cui leggiamo i giornali e rivoluzionerà il mondo dell’informazione. Ma intanto non bisogna dimenticare che il futuro del giornalismo dipende soprattutto dalla sua qualità. Senza possibili scorciatoie: un brutto articolo resterà sempre un brutto articolo, indipendentemente dal supporto su cui verrà letto. Mentre per scrivere un buon articolo continueranno a servire tempo, impegno e passione. Leggi

Visti dagli altri

La salute precaria nei campi rom

Gli abitanti dei campi nomadi sono malnutriti, si ammalano facilmente e hanno un’aspettativa di vita molto bassa. I più colpiti sono i bambini, per i quali l’unica speranza è andare a scuola

pubblicità

Opinioni

Il futuro del mondo viaggia sui binari

Opinioni

Di fronte alla crisi

Reportage

Paesi in lista d’attesa

Rilasciano passaporti ed emettono visti. Eleggono governi e battono moneta. Si comportano come veri stati, ma la comunità internazionale si rifiuta di riconoscerli e preferisce mantenerli nel limbo

pubblicità

Messico

Il treno dei sogni fa paura

Ogni anno migliaia di centroamericani attraversano il Messico sui tetti dei vagoni per arrivare negli Stati Uniti. Molti di loro vengono rapinati o uccisi nell’indifferenza generale

Europa

La Grecia vuole cambiare la legge sulla cittadina

Ritratti

Tristram Stuart. In difesa del cibo

Con i prodotti raccolti dalla spazzatura ha organizzato un pranzo per cinquemila persone. Un modo per denunciare gli sprechi alimentari

Graphic journalism

Cartoline da Malakoff

Di Eric Veillé

Opinioni

L’altra faccia di Varadero

pubblicità

Portfolio

Un passo dietro te

Un viaggio intimo nella quotidianità delle città italiane. Conciliando visioni reali e oniriche, Maurizio Cogliandro mostra un paese straniato

Viaggi

L’eredità di Mao

A trent’anni dalla morte del Grande timoniere, le autorità di Pechino organizzano visite guidate nei luoghi che hanno segnato la sua vita

Pop

Il tipografo è pignolo

Di Alice Rawsthorn

Economia e lavoro

I Paesi Bassi contro la disoccupazione

Pop

Addio alla sigaretta

Di Juan Bas

pubblicità

Asia e Pacifico

Rifugiati uiguri in cambio di aiuti

In copertina

Internet ergo sum

La rete ha cambiato il nostro modo di pensare? Rispondono artisti, intellettuali e scienziati di tutto il mondo. Da Kevin Kelly a Brian Eno, da Richard Dawkins a Clay Shirky e Nicholas Carr

Gran Bretagna

Quando c’era l’asian punk

Quattro amici di origine pachistana e la loro rabbia contro la Thatcher, il razzismo e le regole imposte dai genitori. A Londra, alla fine degli anni settanta, c’erano anche loro

Scienza e tecnologia

La globalizzazione del disturbo mentale

Un favore che avrei voluto fare

Si capiva che non voleva andare a Gerusalemme per fare shopping o per pregare alla moschea di Al Aqsa. Voleva raggiungere il figlio. Leggi

pubblicità

Opinioni

Con l’età si diventa più freddi

Opinioni

4.809 ogni centomila abitanti

Opinioni

È di te che parla questa storia

Pop

Un unguento miracoloso contro il genocidio

Di Arnon Grunberg

Snob board

Naïf Hérin, Vampire Weekend, Gorillaz Leggi

Cultura

Simulatore di pace

Il videogame UrbanSim aiuta gli ufficiali statunitensi ad amministrare le città occupate e a evitare le rivolte

Americhe

La nuova arma dei lobbisti

Africa e Medio Oriente

Ugandesi e keniani al servizio di Washington

Opinioni

Le diverse culture

Attualità

Haiti e il disastro dell’informazione

Furti, saccheggi, criminalità: per i mezzi d’informazione il problema principale ad Haiti è proteggere i beni materiali. Ma le vittime del terremoto cercano solo di sopravvivere

Opinioni

La semplicità delle cose

Opinioni

Gli ingredienti del progetto

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.