Sommario

848 (28 maggio / 3 giugno 2010)

Lacrime e sangue

Il piano di austerità del governo, la legge sulle intercettazioni, le difficoltà di Berlusconi. La crisi dell’Italia raccontata dai giornali stranieri

848 (28 maggio / 3 giugno 2010)

In copertina

I piani degli europei

L’eccessivo indebitamento ha costretto molti paesi del vecchio continente a tagliare le spese e ad aumentare le tasse per ridurre il deficit. Ecco il punto della situazione.

Colombia

La Colombia volta pagina

Dopo otto anni al governo, Álvaro Uribe lascia un paese più ricco e sicuro ma anche più corrotto e diseguale. Il 30 maggio i colombiani scelgono il nuovo presidente. Dopo una grande rimonta, tutti gli occhi sono puntati sul verde Antanas Mockus.

pubblicità

Portfolio

In fondo al mare

Negli ultimi vent’anni migliaia di persone sono morte nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l’Europa. Ai loro familiari rimangono solo pochi ricordi. Le foto di Alfredo D’Amato.

Graphic journalism

Cartoline da Beirut

Un fumetto di Mazen Kerbaj

Africa e Medio Oriente

I missili nucleari che Israele offrì al Sudafrica

pubblicità

Cultura

Gli ottoni alla riscossa

La brass music bavarese sembra destinata a scomparire. Grazie a LaBrassBanda ha trovato un nuovo pubblico.

Europa

Gli affari sporchi del Montenegro

Asia e Pacifico

Seoul e Pyongyang mai così lontane

Opinioni

Il ritmo della scuola

Russia

Vent’anni a Mosca

La politica, internet, i soldi, il sesso. La generazione cresciuta negli anni di Putin è la prima a non aver conosciuto il comunismo. E oggi è protagonista di un serial tv che divide il paese.

pubblicità

Pop

Mary Elizabeth Williams

Morte alle faccine

Opinioni

Recessione democratica

Opinioni

Il giudice Garzón e il dovere di ricordare

Raffreddore da latte

Il latte favorisce la produzione di muco? Leggi

Opinioni

7,8 anni di istruzione

pubblicità

In copertina

Una legge per nascondere gli scandali

Il disegno di legge sulle intercettazioni andrà presto al senato. Il vero obiettivo del governo Berlusconi è impedire la pubblicazione delle telefonate sui giornali.

In copertina

Anche Washington protesta

La “legge bavaglio” suscita forti perplessità anche a livello internazionale. Gli Stati Uniti sono preoccupati perché potrebbe ostacolare i pubblici ministeri nelle indagini di mafia.

Ritratti

Daniele Kihlgren. A difesa del borgo

È un milionario italosvedese che compra interi paesini per restaurarli e riportarli in vita. La sua missione è cominciata a Santo Stefano di Sessanio.

Economia e lavoro

Lezioni dall’Africa

Piccoli eroi

A Cuba la ribellione dei piccoli mina un sistema costruito sulla grandiosità. Leggi

pubblicità

Karamazov kids

The National, John Grant, Sursum Corda Leggi

Opinioni

Lacrime e sangue

Scienza

Meglio armonici che dissonanti

Il modo in cui si produce e si ascolta la musica varia da una cultura all’altra. Ma ci sono alcuni elementi universali condivisi da tutti. Ed è per questo che l’Inno alla gioia di Beethoven suscita le stesse emozioni in tutto il mondo.

Opinioni

La scelta di Tolstoj

Viaggi

La strada della storia

Tra le incisioni rupestri della valle dell’Indo. Lungo la Karakorum highway, che collega Islamabad alla provincia del Xinjiang.

Americhe

La Giamaica dà la caccia a Christopher Coke

Scienza e tecnologia

E alla fine l’uomo creò la vita

Stati Uniti

Lo stato dell’erba

La coltivazione di marijuana è uno dei business più redditizi della California. E a novembre potrebbe diventare legale. Schwarzenegger pensa già a una tassa sulla cannabis per tappare il buco nel bilancio.

Chi vuole vivere a Gaza?

Secondo l’esercito israeliano, un palestinese scarcerato alcune settimane fa, dopo nove anni di prigione, è stato trasferito a Gaza rispettando la sua volontà. Leggi

Opinioni

Quando le celebrità parlano di ambiente

La storia di Lidia

Lidia, il cielo cade (Edizioni Postcart) è un piccolo libro, espressione di un momento di emozione, di verità, di pudore e di precisione. Leggi

Intercettazioni

– Pronto, ciao, come stai?

– Bene e tu?

– Non c’è male… Senti, ma tu la stai seguendo questa storia delle intercettazioni?

– Un po’, ma è difficile dare un giudizio.

– Sì, Berlusconi paladino della privacy fa davvero ridere. Ovviamente vuole solo impedire la pubblicazione di telefonate imbarazzanti e ostacolare i giudici.

– Secondo me però anche i giornali hanno un problema e sono preoccupati soprattutto di non poter più pubblicare le telefonate di politici e calciatori, che gli fanno aumentare le vendite.

– Tra l’altro vorrei sapere chi gliele passa, le intercettazioni, chi gliele vende.

– Ho letto che all’estero è difficilissimo fare le intercettazioni e i giornali stranieri non le pubblicano mai.

– Però alla fine è meglio un’intercettazione in più che una in meno: i leader politici devono essere nudi.

– Che schifo: te li immagini, tutti nudi? Comunque, non sono d’accordo: anche loro hanno diritto alla privacy.

– Ma poi perché il parlamento deve perdere tempo con le intercettazioni mentre il paese va a rotoli?

– Hai ragione. Anche noi dovremmo occuparci d’altro.

– A proposito, devo dirti una cosa.

– Cosa?

– No, te la spiego di persona quando ci vediamo.

– Ok, meglio.

– Ciao. Leggi

Pop

Jonathan Safran Foer

Esplosione in classe

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.