Chiara Lalli

Docente di bioetica e storia della medicina all’università La Sapienza di Roma. Il suo ultimo libro è Non avrai altro dio all’infuori di te.

Chiara Lalli
Abortire in Italia non è ancora un diritto

La decisione della Corte suprema statunitense su Roe vs Wade – vale la pena di ricordare che era una sentenza sulla privacy e non sull’aborto; e che tanti avevano promesso... Leggi

Per una legge giusta sul suicidio assistito

Sono passati due anni e mezzo dalla sentenza della corte costituzionale 242. I giudici, chiamati a rispondere al giudizio di legittimità costituzionale dell’articolo 580... Leggi

pubblicità
Crescere nel mondo dei testimoni di Geova

Lo studio è scoraggiato, il controllo è diffuso e il biotestamento è usato per evitare le trasfusioni di sangue. Il racconto di una ragazza che fa ancora parte del movimento. Leggi

Ignoranza e pregiudizi sono i peggiori nemici della lotta all’aids

La ricerca e la medicina permettono ormai a chi ha contratto l’hiv di vivere bene e a lungo, ma la prevenzione e la “normalizzazione” sociale rimandano a decenni fa. Rimandano cioè all’inizio di un’epidemia che incarnava perfettamente, agli occhi dei più beghini e moralistici controllori dei costumi, una punizione per chi viveva in modo immorale e violava presunte regole di buona condotta. Leggi

Quali sono i veri obiettivi di chi propone l’adozione degli embrioni

Una nuova proposta di legge rilancia l’ipotesi di adozione degli embrioni crioconservati, attribuendogli in questo modo una personalità giuridica ed equiparandoli a bambini in stato di abbandono. Una posizione dagli aspetti giuridici e morali controversi, che nasconde un obiettivo di fondo: rimettere mano alla legge 40 sulla procreazione assistita. Leggi

pubblicità
Quando un medico non può invocare l’obiezione di coscienza

Il 16 ottobre una donna di 32 anni, incinta di due gemelli, alla diciannovesima settimana di gravidanza, è morta all’ospedale di Catania. Cosa è successo? È in corso un’inchiesta e nel frattempo possiamo solo fare delle ipotesi. Ma si riapre il dibattito sull’obiezione di coscienza dei medici. Leggi

La storia del bambino che ama vestirsi di rosa

Cosa c’è di tanto scandaloso se un bambino vuole mettersi un vestito da femmina? Se ama il rosa, lo smalto e La bella addormentata? Chi ha stabilito che tutto questo fosse da femmina? Qualche giorno fa, Camilla ha deciso di raccontare la storia di suo figlio. L. ha otto anni e i suoi vestiti preferiti sono rosa. Leggi

Le proteste in Polonia mostrano che la lotta per l’aborto non è finita

La Polonia ha una delle leggi più restrittive d’Europa sull’interruzione volontaria della gravidanza. Ora una nuova proposta all’esame in parlamento vorrebbe rendere l’aborto sempre illegale tranne che in caso di immediato pericolo di morte per la donna. Ma perché è tanto grave limitare la possibilità di ricorrere (più o meno) liberamente all’interruzione volontaria della gravidanza? E quali sono le conseguenze più gravi del divieto di abortire? Leggi

Dobbiamo parlare di maternità surrogata in modo razionale

Se una donna fosse disposta a portare avanti la gravidanza per una donna che non può farlo, perché dovremmo impedirglielo? Come si può difendere la libertà di scelta e la democrazia attraverso la scienza? Sicuramente non lasciando prevalere argomenti irrazionali. Leggi

Meno #Fertilityday e più educazione sessuale

Il 22 settembre sarà il Fertility day e da un paio di giorni non si parla d’altro e quasi sempre male. Ma se davvero si considerasse importante “fornire strumenti educativi ed informativi agli adolescenti”, lo strumento giusto sarebbe l’educazione sessuale nelle scuole e al riguardo siamo in colpevole e pigrissimo ritardo. Leggi

pubblicità
La sperimentazione sugli embrioni richiede una riflessione razionale 

È di un paio di mesi fa la notizia che due gruppi di ricercatori sono riusciti a osservare in laboratorio lo sviluppo di un embrione in vitro fino a 13 giorni. L’esperimento ha riacceso la discussione sui limiti e sull’ammissibilità morale della sperimentazione embrionale. Per orientarci dobbiamo ricordare alcune premesse necessarie. Leggi

Le facce nascoste della discriminazione verso i gay

Perché un certo orientamento sessuale dovrebbe rendere una persona meno uguale di altre e dunque privarla di alcuni diritti? Che senso ha, dal punto di vista giuridico, la distinzione fondata sulle preferenze sessuali? È giusto che alcuni cittadini paghino le tasse e abbiano gli stessi doveri di tutti gli altri ma siano amputati di diritti nella sfera affettiva? Leggi

L’obiezione di coscienza dei farmacisti è un falso diritto

Una proposta di legge per il diritto all’obiezione di coscienza dei farmacisti è arrivata in commissione alla camera. Secondo il testo le farmacie potrebbero rifiutarsi di vendere un farmaco, anche con ricetta del medico, se potenzialmente abortivo o utilizzabile per l’eutanasia. Leggi

L’utero artificiale renderà le donne più libere

Da una prospettiva femminista e liberale, Evie Kendal indaga come la gestazione e il parto impongano alle donne un peso fisico, sociale e finanziario. La disparità nella distribuzione dei rischi associati alla riproduzione è tutta a svantaggio delle donne. E non solo per i rischi di salute, ma pure per le implicazioni sociali e lavorative. Leggi

La legge sulle unioni civili torna in aula senza alcune parti essenziali

Il 9 maggio il disegno di legge Cirinnà arriva alla camera, dove comincerà la discussione in vista del voto finale. Ma il testo su cui si voterà è stato spogliato di diritti fondamentali nel passaggio al senato. Primo tra tutti, garantire al figlio di una coppia dello stesso sesso di avere due genitori anche per legge. Leggi

pubblicità
La fecondazione eterologa resta un diritto per pochi privilegiati

Due anni fa la corte costituzionale dichiarava l’illegittimità del divieto della cosiddetta eterologa, cioè la possibilità di ricorrere a un gamete altrui. Caduto il divieto, è davvero possibile accedere a questa forma di procreazione medicalmente assistita? Non tanto, secondo l’inchiesta di Elvira Zaccari e Filippo Poltronieri, realizzata per l’associazione Luca Coscioni. Leggi

Vietare la ricerca su embrioni e ogm ha un costo altissimo

Domani la corte costituzionale esaminerà il divieto di sperimentazione embrionale stabilito dalla legge 40 sulla procreazione assistita ormai 12 anni fa. Cosa rimane a fondamento del divieto? Pregiudizi, credenze irrazionali, convinzioni animiste. Legittime se personali, ma non abbastanza forti da sostenere una legge coercitiva. Leggi

L’aborto è un servizio medico ma è trattato come un problema morale

Un decreto legislativo approvato a gennaio prevede un aumento esponenziale della sanzione prevista per chi ricorre a un aborto fuori dai termini stabiliti dalla legge 194. Una decisione che colpisce le donne più fragili e meno protette. E che soprattutto non affronta la causa principale del fenomeno: l’obiezione di coscienza dilagante, che in molte regioni d’Italia rende il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza quasi impossibile. Leggi

Il dibattito sul testamento biologico potrebbe finire con una legge orribile

Il 4 febbraio è cominciata la discussione sulle dichiarazioni anticipate di trattamento. Per l’ennesima volta si cercherà di affrontare una questione abbastanza semplice: possiamo scegliere se e come curarci? In larga parte no, secondo i disegni di legge presentati. Leggi

La strana alleanza contro la maternità surrogata

È più raro e impopolare, rispetto a qualche anno fa, condannare le unioni civili. Sebbene permangano proteste particolarmente arretrate, la furia si è spostata sulla maternità surrogata. “Gli adulti va bene, ma i figli?”. Schiavitù, sfruttamento, mercificazione, sacralità della madre sono i termini che ricorrono in un dibattito sbilenco e caratterizzato da argomenti emotivi e irrazionali. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.